Alto Belice Ambiente: dal 16 gennaio 277 lavoratori potrebbero essere licenziati

acqua park

Monreale, 8 gennaio – Si è tenuto ieri presso l’Assessorato regionale ai rifiuti l’incontro con i sindaci soci dell’ATO Alto Belice Ambiente S.p.A.. Sul tavolo il futuro professionale dei 277 dipendenti della società che si occupa del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel territorio dei 17 comuni. La società, come è noto, è stata dichiarata fallita con decreto notificato dal Tribunale Civile di Palermo lo scorso 22 dicembre (Vedi articolo).

Dall’incontro di ieri non è emersa alcuna soluzione. I tempi per trovarla sono però piuttosto stretti. Il 15 gennaio terminerà la gestione dell’impresa affidata al commissario straordinario, ing. Norrito. Respinta dal Tribunale la possibilità dell’amministrazione controllata, il curatore fallimentare, l’avv. Cristina Bonomonte, vorrebbe chiudere la difficile questione in tempi brevissimi, e, in mancanza di valide alternative, potrebbe optare per l’invio delle lettere di licenziamento per i lavoratori. Il rischio è concreto.

L’incontro dei sindaci è stato infruttuoso, soprattutto perché si sono confrontate due posizioni in antitesi. Se la maggioranza dei sindaci si è mostrata propensa al salvataggio di tutti i posti di lavoro, una minoranza non è disposta ad accollarsi il personale. Dal tavolo non è quindi venuta fuori un proposta condivisa.

I dipendenti, preoccupati, si preparano per domani a tenere un sit-in, da decidere se si terrà dinanzi l’assessorato o se dinanzi la Prefettura.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.