Caputo: “A Monreale a rischio il futuro dei precari comunali”. Giacopelli: “A che titolo parla?”

0
acqua park

Monreale, 10 dicembre – “Sono oltre 2000 in Sicilia i precari che rischiano l’interruzione del rapporto di  lavoro in quanto anche in caso di proroga o di avvio di percorsi di stabilizzazione le condizioni economiche dei rispettivi Comuni possono determinare la impossibilità di garantire la prosecuzione dei rapporti di lavoro”. A sostenerlo è l’ex parlamentare regionale Salvino Caputo, che commenta l’esito della riunione convocata dalle tre commissioni dell’Ars.

Il comune di Monreale si trova nella lista degli oltre 60 i Comuni siciliani che sono in condizioni di dissesto o di pre-dissesto finanziario e che hanno in corso un procedimento di riequilibrio finanziario presso il Ministero dell’Interno alla attenzione della Corte dei Conti. Il destino di oltre 2000 precari che prestano il proprio servizio presso questi enti sarebbe, secondo Caputo, in serio rischio.

“Mi preoccupa – dichiara Caputo – l’apparente disinteresse manifestato dall’Amministrazione comunale che sembra più interessata a mostre e convegni piuttosto che affrontare con energia questa situazione che rischia di avere gravi ripercussioni sul futuro dei lavoratori precari comunali. Anche perché il Comune di Monreale non ha ancora predisposto e approvato il bilancio 2014, nonostante la presenza di ben due commissari regionali”.

Nicola Giacopelli, segretario aziendale della Cisl-FP, ha preferito non commentare le dichiarazioni di Salvino Caputo: “Mi rifiuto di rispondere – ha dichiarato – Caputo non detiene alcun titolo per esprimere queste dichiarazioni. Per me non rappresenta un interlocutore con cui dibattere”. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale