Da Monreale due nigeriani con l’ebola all’ospedale Ingrassia, ma è falso allarme

0
Immobiliare Max

Palermo, 5 dicembre – Si sono verificati dei veri momenti di apprensione all’interno dell’ospedale Ingrassia di Palermo, nel momento in cui due giovani nigeriani, con febbre a 41, sono rimasti per ore sull’ambulanza del 118. I medici hanno deciso di non visitare i due ammalati perché sprovvisti dei presidi sanitari che servono in caso di malattie infettive come l’ebola.

I due immigrati provengono dal centro di pima accoglienza della Caritas di Giacalone, a Monreale. Il responsabile del centro aveva chiesto l’intervento dei sanitari.

L’allarme ebola è comunque rientrato quando è stato allertato il reparto di malattie infettive dell’ospedale Cervello. “Nessun caso Ebola all’Ingrassia – ha dichiarato il dirigente dell’Asp di Palermo, Antonio Candela – e nessuna patologia di particolare rilevanza. L’Ospedale è, comunque, dotato di tutti i presidi di sicurezza e protezione. I due pazienti stranieri – ha spiegato il manager dell’Azienda sanitaria provinciale – sono stati regolarmente visitati e presi in carico dai medici dell’ospedale. Presentano sintomi di patologie di non particolare rilievo. Per quanto riguarda la presunta ingiustificata attesa dei due pazienti in ambulanza ho disposto un’immediata indagine interna per verificarne la fondatezza. Purtroppo non è la prima volta che si scatenano allarmismi ingiustificati che creano grave preoccupazione nella popolazione”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.