Centro di Aggregazione Giovanile, i ragazzi di Monreale manifestano per le strade del paese

0
tusa big

Si sono ritrovati nella Piazza Vittorio Emanuele di Monreale i giovani che, grazie alle attività svolte durante l'”Autogestione 2014″ del Liceo E.Basile, hanno preso coscienza della mancanza di spazi pubblici e, più in generale, dell’indifferenza della città verso i loro bisogni.
Sotto lo sguardo attento delle Forze dell’Ordine sono stati fatti striscioni e si è discusso molto sulla proposta da fare all’Amministrazione, spiegando anche ai curiosi i motivi di una “protesta” assolutamente pacifica e tranquilla.

Per dare un messaggio ancora più forte alla città, approfittando anche della presenza di Addiopizzo, i ragazzi hanno poi dato vita ad un corteo improvvisato lungo tutto il corso Pietro Novelli: striscioni con lo slogan dell’Udu e della Rete degli Studenti Medi (“La grande bellezza siamo noi”), chitarre in mano e tanti slogan, hanno attirato l’attenzione di tutti i cittadini presenti lungo la strada.
Un corteo che si è concluso con un altro sit-in (anche questo improvvisato) sotto la lapide del capitano dei carabinieri Emanuele Basile, per dare onore al nome che la loro scuola porta e rendere chiaro che l’obiettivo comune è quello di appropriarsi di tutti gli spazi e di tutte le libertà che anche la mafia contribuisce a limitare.

La libertà è partecipazione“, è stato questo il motivetto musicale che ha accompagnato i ragazzi durante tutta la manifestazione. Una partecipazione che, anche se minima, è stata possibile grazie alla grande lavoro svolto dai rappresentanti d’Istituto e da chi li supporta ogni giorno.

Alla fine della manifestazione, una delegazione composta da dieci ragazzi è stata ricevuta dal Sindaco presso il Palazzo di Città e gli ha esposto la proposta: “Vogliamo sapere se l’Amministrazione comunale è disposta a soddisfare la nostra richiesta e a trovare con noi una soluzione al problema – hanno spiegato – Se così fosse, siamo pronti a costituirci in associazione (che rientrerebbe nel circuito ARCI) ed a preparare un progetto scritto per gestire, con un contratto di locazione, un bene comunale. Noi abbiamo individuato già alcuni locali come l’ex Hotel Savoia, ma siamo disposti a dialogare con l’amministrazione purché anche i locali proposti in alternativa si prestino bene alla realizzazione del centro di aggregazione giovanile”.

Dopo aver ricevuto la piena disponibilità da parte dell’Assessore alla Pubblica Istruzione Nadia Granà, che aveva già incontrato gli studenti del liceo in mattinata, i ragazzi sono riusciti a strappare anche una promessa al Sindaco Piero Capizzi:”L’Amministrazione comunale è assolutamente disponibile a dialogare su questa proposta e a trovare una soluzione condivisa – ha detto – Non appena riusciremo a risolvere il problema dei rifiuti, ci potremo incontrare per analizzare il progetto scritto, nel frattempo si crei pure l’associazione. Contiamo comunque di essere disponibili già prima delle vacanze di Natale”.

I rappresentanti d’Istituto hanno quindi colto l’occasione per invitare il Sindaco alla “Settimana dello studente“, che si terrà dal 15 al 20 dicembre, per parlare insieme e rendere tutti partecipi del progetto.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.