Discarica a Zabbia? Cambiamo Monreale si prepara ad un’azione serrata

0
tusa big

La proposta presentata ieri in consiglio comunale dal sindaco Piero Capizzi, di valutare l’apertura di una discarica in località Zabbia, sta sollevando una serie di critiche nelle forze politiche di opposizione.

Il consigliere comunale Antonella Giuliano (Cambiamo Monreale), lancia una sferrata critica: “Invece di proiettarsi verso il futuro, di protendere verso il modello nord europeo, incline a ridurre al minimo il conferimento dei rifiuti in discarica e di attuare una politica di salvaguardia ambientale e del territorio, l’amministrazione comunale, nella persona del sindaco, ha pensato bene di risolvere il problema rifiuti annunciando l’apertura di una discarica in località Zabbia.

Ciò, oltre che connotare l’incompetenza e l’impreparazione dell’amministrazione Capizzi in merito al delicato tema dei rifiuti, rappresenta, nella sostanza, una sconfitta non solo di questa maggioranza di governo ma dell’intera comunità”.

“Tante le propagande, – prosegue la consigliera residente a Grisì, la frazione di Monreale nelle cui vicinanze si trova la località Zabbi – i convegni organizzati, i comunicati a mezzo stampa in favore della differenziata ma, a quanto pare dimostrato, si trattava solo di tante belle parole e assai pochi fatti.

A proposito di belle parole, ricordo ancora nitidamente il giorno in cui il primo cittadino venne a relazionare in c.c. il PEF ATO. In quell’occasione, lo stesso, – mostrando anche in maniera alquanto teatrale la propria indignazione – prese l’impegno innanzi al c.c. e all’intera collettività, di inoltrare il suddetto documento direttamente alla procura della Repubblica. Ora io gli chiedo: “Sindaco, ha poi portato a compimento quanto promesso? “Alla domanda non è pervenuta – ad oggi – risposta alcuna.

Se questa amministrazione fosse stata più solerte nello studio della normativa comunitaria vigente in materia, saprebbe, infatti, che il prospettare l’apertura di una discarica senza le opportune cautele e autorizzazioni da parte degli enti gerarchicamente sovraordinati, costituirebbe – oltre che mera utopia – altresì illecito perseguibile anche penalmente.

Pertanto, in qualità di consigliere comunale, mi preme l’obbligo di ricordare al Sindaco Capizzi che, qualora dovesse rientrare nei suoi propositi l’apertura della discarica di Zabbia in forza di un provvedimento motivato dall’urgenza o dallo stato di necessità, il gruppo Cambiamo Monreale non esiterà nell’esperire un’azione serrata – se del caso anche legale – al fine di scongiurare l’attuazione di qualsiasi attività che possa, anche potenzialmente, ledere il territorio e la salute dei cittadini.

Stiamo facendo un passo avanti e tre indietro!”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.