Galleria Civica “G. Sciortino” a rischio chiusura? 18 dipendenti, zero visitatori

0
Araba Fenice desk

E’ di questi giorni la notizia della chiusura, ancorché temporanea, del Museo Guttuso di Bagheria. La disposizione del sindaco Patrizio Cinque è motivata essenzialmente dal deficit strutturale che caratterizza il museo. A fronte di 480mila euro di spese solo 20mila euro di incassi. Troppo pochi per giustificarne l’apertura.

E la Galleria Civica di Monreale? Se il Museo Guttuso sta male, la Galleria monrealese è in piena agonia.

Un direttore, 7 amministrativi, di cui 3 a tempo indeterminato e 4 precari, 10 uscieri. 18 unità, un personale eccessivo, per un’utenza che rasenta lo zero. La conferma arriva dal direttore della galleria, il Prof. Salvatore Autovino. “Da quando l’ingresso della Galleria è all’interno dell’Antivilla le visite sono sporadiche”.

Per giorni e giorni in realtà non si conta nemmeno un visitatore. Ed è un vero peccato per una struttura che si sviluppa per centinaia di metri quadrati, e ospita più di un migliaio di opere d’arte.

Il nucleo originario è costituito da 270 opere, forse le più pregevoli, provenienti dalla donazione fatta dalla pittrice Eleonora Nora Posabella, titolare della Galleria “Del Vantaggio” di Roma. La pittrice, dopo la morte del compagno monrealese Giuseppe Sciortino, ne volle onorare la memoria donando alla città di Monreale un nucleo di opere di pittura, scultura, grafica, destinato a costituire la base di una galleria d’arte moderna del novecento italiano. La donazione avvenne in tre momenti diversi: nel 1986, nel 1997, nel 2002. Oggi l’esposizione permanente si trova presso la Galleria Civica “Giuseppe Sciortino”, all’interno dell’ex Monastero dei Benedettini – Complesso abbaziale “Santa Maria La Nuova”.

A questo primo nucleo si sono aggiunte tante altre opere donate nel corso degli anni da vari artisti. Oggi la Galleria conta più di mille opere, alcune delle quali riportano le firme di autori del calibro di Renato Guttuso e di Giorgio De Chirico.

Con questi numeri anche la Galleria monrealese corre il rischio di chiusura?

Ad escluderlo è l’assessore al Turismo, Ignazio Zuccaro, insediatosi lo scorso giugno:

zuccaro ignazio“E’ mancata negli anni passati una politica di attenzione e di valorizzazione di tutto il circuito culturale monrealese. I nostri concittadini conoscono solo da sei mesi che abbiamo un grosso patrimonio artistico”.

Negli ultimi mesi l’assessorato ha organizzato una sfiata di moda e una mostra etnoantropologica all’interno della Galleria, più un’esposizione all’aperto di alcune opere in un percorso artistico/artigianale/gastronomico. Iniziative che hanno permesso molti di prendere coscienza della presenza di un consistente patrimonio.

“Vogliamo avviare una politica di promozione – prosegue Zuccaro – che consenta all’esterno di conoscere il contenuto della Galleria Civica Sciortino. Stiamo studiando una soluzione che permetta di inserire all’interno di un circuito turistico tutti i beni culturali appartenenti al patrimonio monrealese, da proporre ai turisti che arrivano in città per visitare il solo Duomo”.

L’assessore lancia un’idea. “Potrebbe essere possibile supportare il personale comunale attraverso la collaborazione tra gli enti comunali e gli enti di formazione regionali”. “Una prova l’abbiamo avuta a Monreale con gli studenti del FAE che, durante la mostra “Il matrimonio della nonna”, hanno affiancato il personale comunale nel guidare i tanti visitatori accorsi. Si potrebbe così perseguire l’obiettivo di aumentare l’offerta comunale”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale