Monreale, le quattro giornate di Addiopizzo contro il racket delle estorsioni

0
acqua park

Monreale, 24 novembre – Il movimento Addiopizzo sposta il proprio baricentro, per quattro giornate, in provincia di Palermo. Quattro giorni d’iniziative, dibattiti, incontri con l’obiettivo di trasmettere anche in provincia il messaggio che cambiare si può e che insieme è anche più facile.

Il 28/29/30 novembre e il 4 dicembre Addiopizzo promuoverà una serie di attività ed eventi nei comuni di Bagheria, Monreale e San Giuseppe Jato in cui saranno coinvolti cittadini, operatori economici, istituzioni civili, militari e religiose. (Locandina in fondo all’articolo)

A Monreale, in particolare, sabato 29 novembre alle ore 10.30, all’interno della Sala Arcivescovile, si parlerà di “Mafia e Antimafia nel Nuovo Mandamento e nel resto della provincia”. Dopo i saluti del Prefetto di Palermo Francesca Cannizzo, interverranno il giornalista e scrittore Lirio Abbate, Ugo Fiorello di Addiopizzo, il Sostituto procuratore della DDA di Palermo Francesco Del Bene e il Commissario Nazionale antiracket Santi Giuffrè.

Domenica 30 novembre, l’Arcivescovo di Monreale Mons. Michele Pennisi celebrerà la messa presso il Duomo di Monreale alle ore 10.30.

Giovedì 4 dicembre i volontari dell’associazione antiracket Addiopizzo, dalle 17.30, inizieranno una serie d’iniziative allo scopo di sensibilizzare e informare gli esercizi commerciali.

“In questa maniera – si legge in una nota – il Comitato Addiopizzo vuole ribadire il suo impegno sul terreno del contrasto al racket e all’organizzazione mafiosa, offrendo supporto e assistenza a quanti ancora oggi, stretti dalla morsa delle estorsioni, vivono nel dubbio se compiere la scelta di denunciare”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.