In mano ai due avvocati monrealesi Walter Miceli e Fabio Ganci il destino di 100.000 docenti precari

0
tusa big

Il mondo del precariato della scuola ha già iniziato il conto alla rovescia in attesa della sentenza della Corte europea che permetterà, in caso di esito favorevole, l’immissione in ruolo di oltre 100.000 docenti precari.

Arriverà tra due giorni infatti il giudizio che potrebbe condannare l’Italia, per la reiterazione dei contratti a termine oltre i 3 anni, in violazione della direttiva comunitaria 1999/70/Ce, ad assumere i precari storici.

Il 26 novembre, a Lussemburgo, la Corte di giustizia europea pronuncerà una sentenza storica, destinata a cambiare per sempre la politica del reclutamento dei docenti della scuola pubblica italiana. Sentenza che molti danno per scontata.

I monrealesi Walter Miceli e Fabio Ganci saranno tra gli avvocati protagonisti della vertenza giudiziaria contro la reiterazione dei contratti a termine nella scuola pubblica italiana, approdata in Lussemburgo grazie alla tenacia dei legali e all’eroismo determinante dimostrato da qualche giudice. Rappresenteranno l’Anief (Associazione nazionale insegnanti e formatori), con il suo presidente nazionale, professor Marcello Pacifico, insieme agli altri avvocati Sergio Galleano, Enzo Di Michele e Tiziana Sponga.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale