Sabato e Domenica apre i battenti la mostra “il matrimonio della nonna”

0
acqua park

Monreale, 20 Novembre. Aprirà i battenti Sabato 22 Novembre dalle ore 16.00 alle 20.00 la mostra “il matrimonio della nonna” organizzata, in collaborazione con l’assessorato alla promozione del territorio di Monreale, da docenti e corsisti del “corso di formazione per accompagnatore per la valorizzazione del patrimonio culturale e locale” dell’associazione FormAzione Europea (FAE).

La mostra, ospitata nei locali della Galleria civica, rimarrà aperta al pubblico anche Domenica 23 Novembre, dalle 10.00 alle 20.00, mentre fino a Venerdì prossimo, 27 Novembre, sarà visitabile, solo su appuntamento, dalle classi che accetteranno l’invito mandato dall’assessorato stesso.

Alla presentazione per la stampa, avvenuta stamane a partire dalle ore 10.00 presso i locali della mostra, erano presenti Marcella Bardi, docente del corso nonché responsabile dello stage, il direttore della galleria civica, Salvatore Autovino, gli assessori Ignazio Zuccaro e Nadia Granà, il consigliere comunale Salvo Intravaia, il presidente dell’associazione FAE Gaetano Colletti ed il tutor del corso, Antonio Marfia.

Durante la mostra, come spiegato dalla professoressa Bardi, i visitatori verranno guidati lungo una rievocazione dei riti di preparazione e festeggiamento del matrimonio nella Sicilia del primo Novecento.

Oggetti, fotografie e testimonianze scritte di quel periodo sono state raccolte dagli undici corsisti fra il materiale già presente nel museo, attivandosi nella ricerca sul campo e sfruttando l’apporto di varie collezioni private.

Docenti ed allievi del corso, inoltre, oltre a sottolineare la fattiva collaborazione del personale e della dirigenza della galleria civica monrealese, hanno ringraziato in particolar modo il direttore della stessa, Salvatore Autovino, ed inoltre Rocco Micale, che ha curato l’aspetto grafico e le locandine dell’evento, e i commercianti monrealesi, le confetterie e i panifici del territorio, che hanno reso possibile, con le loro donazioni, la rievocazione del banchetto tipico nuziale degli “spinagghi”.

“Un’iniziativa lodevole che ha visto coinvolti diversi giovani monrealesi”, dichiara l’assessore Ignazio Zuccaro, “e che arricchisce le possibilità di fruizione del nostro patrimonio culturale, rievocando le tradizioni della storia locale. L’amministrazione è aperta a questo tipo di manifestazioni, che rappresentano un valore aggiunto nella promozione del territorio.”

“L’assessorato alla promozione del territorio”, aggiunge il Professore Autovino, “con la collaborazione dei ragazzi del FAE, intende avviare nuovi percorsi etno antropologici, affinché le nuove generazioni possano conoscere usi e costumi di un tempo. In particolare, questa manifestazione rievoca il rito matrimoniale nella Monreale della prima metà del XX secolo. Voglio sottolineare che è stata nostra cura inviare alle scuole del territorio degli inviti a ché gli alunni visitino, previo appuntamento, la mostra.”

L’assessore alla pubblica istruzione, Nadia Olga Granà, ha auspicato che il maggior numero possibile di scuole accetti l’invito, e colga l’occasione di visitare l’allestimento preparato dai corsisti del FAE.

Il Presidente del FAE, Gaetano Colletti, non lesinando una critica alle istituzioni regionali, troppo spesso dimentiche delle tematiche inerenti la valorizzazione del territorio, ha posto l’accento sul particolare rilievo che l’associazione dà alla questione: “questa è la seconda attività organizzata dal corso nel territorio monrealese”, ha infatti dichiarato.

“Ciò dimostra la nostra sensibilità per le tradizioni culturali, sensibilità che mira alla promozione ed all’integrazione con il territorio.”

A tal proposito, ha concluso Antonio Marfia, tutor del corso, “l’attività sfocerà nella creazione di un’associazione fra gli allievi del corso tesa alla promozione del territorio anche in ottica lavorativa.

Il nostro ente coadiuverà la nascente associazione, soprattutto per gli aspetti riguardanti il fundraising. Per l’anno 2015/2016, inoltre, è prevista l’attivazione di un nuovo corso in continuaità con quello appena svolto: le sue attività verranno promosse Sabato e Domenica con uno stand a Piazzetta Vaglica, in cui verrà presentata l’offerta formativa.”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.