Capizzi “Chiederò la De.CO. per il biscotto di Monreale”

0
acqua park

Le risorse agroalimentari, tra identità, cultura e promozione del territorio sono stato il tema centrale tema della giornata informativa organizzata dalla Soat di Monreale, nell’ambito del Psr Sicilia 2007-2013, misura 111 – azione 2 informazione.

L’incontro ha posto l’attenzione sulla valorizzazione dei prodotti locali del territorio monrealese, partendo dalla qualità delle produzioni e dall’identità territoriale fino ad arrivare alle strategie di promozione e comunicazione per lo sviluppo di un territorio.

Ad aprire i lavori il responsabile della Soat di Monreale Dott. Mario Ferraino, il sindaco di Monreale Avv. Piero Capizzi ed il presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali di Palermo, Dott. Salvatore Fiore. Durante l’incontro si è parlato di “Made in Sicily” come attrattore turistico con la Prof.ssa Alessandra Carrubba, del dipartimento di Scienze Agrarie e Forestali di Palermo, di valorizzazione dell’identità di un territorio con il metodo “Genius Loci DE.CO.” con Nino Sutera, funzionario della Soat di Menfi, nonché direttore della Libera Università Rurale Saper&Sapor, e dell’importanza delle giuste strategie di comunicazione e marketing con la dott.ssa Ivana Calabrese.

La De.Co (Denominazione Comunale) nasce da una idea semplice e geniale del grande Luigi Veronelli, che così spiegava: “Attraverso la De.Co il “prodotto” del Territorio acquista una sua identità, rappresenta un concreto strumento di marketing territoriale, ma soprattutto un’importante opportunità per il recupero e la valorizzazione delle identità e le unicità locali”.

Afferma Nino Sutera, direttore della Lurss Onlus: “La Denominazione Comunale è un processo culturale, non è un marchio di garanzia di qualità, ma la carta d’identità di un prodotto, un’attestazione che lega in maniera anagrafica un prodotto/produzione/evento al luogo storico di origine. In questo processo culturale, i disciplinari, le commissioni, e i regolamenti, mutuati dai marchi di tutela di tipo europeo (DOP, IGP, DOC, ect) sono perfettamente inutili, oltre che dannosi”.

“Tra i primi obiettivi e impegni per la valorizzazione dei prodotti tipici, – ha dichiarato Capizzi – inizierò il percorso per ottenere la DE. CO. per il biscotto di Monreale, considerato uno dei principali prodotti della nostra identità storica ed eno-gastronomica. Mi auguro che queste iniziative possano essere organizzate anche a Monreale dove da parte nostra ci sarà la massima collaborazione a coinvolgere tutti i produttori.

Valorizzando i nostri prodotti promuoviamo anche il nostro territorio e le nostre bellezze artistiche e paesaggistiche, quindi sono disponibile a portare avanti il Made in SICILY per lo sviluppo imprenditoriale ed economico. Il settore dell’agroalimentare è trainante nella nostra economia e su questo bisogna puntare”. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.