Ispettori ambientali, scoppia la polemica fra Pippo Lo Coco e Filippo Di Matteo

0
tusa big

Monreale, 13 Novembre. Si accende la polemica sulle dichiarazioni rese in consiglio comunale dall’assessore Pippo Lo Coco sulla possibile istituzione degli ispettori ambientali.

Ad esse, nella giornata di ieri, aveva risposto l’ex Sindaco di Monreale, oggi presidente della nascente SRR, Filippo Di Matteo, sottolineando la diversità fra la proposta dell’attuale assessore e quella della sua amministrazione, ed inoltre, dichiarando che “sembrerebbe che l’Assessore Lo Coco paventi l’assunzione di nuovo personale, magari proprio nell’ATO, un po’ sulla falsa riga di quanto già avvenuto ed attuato nel corso della passata amministrazione Gullo-Capizzi”.

Ed oggi, a rispondere a quelle dichiarazioni, è lo stesso Pippo Lo Coco, assessore ai Servizi Ambientali che ha voluto sottolineare come la figura dell’ispettore ambientale sarà ricoperta a titolo gratuito, non accettando le critiche dell’ex Sindaco Di Matteo.

“Le dichiarazioni del Presidente della SRR sulla mia proposta di istituire gli ispettori ambientali sono inaccettabili prima ancora che offensive”, tuona infatti l’assessore, che è anche consigliere comunale, eletto fra le fila di Alternativa Civica.

“Il regolamento allegato al Piano di intervento parla chiaro”, prosegue, “l’attivitá verrá svolta a titolo gratuito. Gli ispettori ambientali non percepiranno nulla. È una figura che sta avendo successo in altri comuni e vogliamo che anche Monreale ne sia dotata. Sta alla sensibilità dei cittadini aderire.

Il Presidente oltre a fare critiche mi pare che non stia facendo granchè.

Lancia il sasso e nasconde la mano; insinua cose inesistenti attraverso una domanda che può avere un solo intento far passare l’idea che ci sono assunzioni. Il tutto per evitare di incappare nella diffamazione nei miei confronti che c’è invece di fatto da parte sua. Non si faranno nuove assunzioni, difenderemo solo i lavoratori già in forza all’ ATO.

Si vada a leggere il Piano.”

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.