Di Matteo: “Ispettori Ambientali? Forse Lo Coco vuole assumere nuovo personale?”

0
Elettorale Russo

“Sulle pagine del vostro quotidiano on line nei giorni scorsi veniva pubblicato un articolo nel quale si annunciava l’imminente “Formazione di Ispettori Ambientali con compiti di informazione, educazione e controllo”.

L’ex sindaco di Monreale, nonché Presidente della SRR Palermo Ovest avv. Filippo Di Matteo, solleva forti perplessità sull’annuncio dato in consiglio comunale dall’assessore Giuseppe Lo Coco circa la necessità di istituire questa nuova figura.

“Nel corpo dell’articolo – prosegue Di Matteo – in particolare è dato leggere che si tratterebbe di una delle novità inserite all’interno del piano d’intervento dell’ATO, e che tale proposta ricalcherebbe quella già avanzata dalla mia Amministrazione.

A tal proposito mi preme ricordare ed evidenziare che nel 2013 la mia Amministrazione aveva avanzato l’ipotesi di attuare un controllo sulle modalità di conferimento e smaltimento dei rifiuti da demandare ai Vigili Urbani.

Ma attesa la carenza di personale nel Corpo dei VV. UU. tale iniziativa era stata poi di difficile realizzazione.

Confuso appare l’intervento dell’Assessore Lo Coco, là dove afferma che il servizio verrà “….organizzato dal Comune ovvero dalla società che gestisce il servizio di raccolta……Gli ispettori parteciperanno ad un corso di formazione di 20 ore con esame finale dinanzi ad apposita commissione”.

Anche il consigliere Antonella Giuliano (Cambiamo Monreale), aveva sollevato dubbi e posto domande all’assessore, durante la seduta del consiglio comunale di giorno 10 novembre, sulle modalità di istituire questa nuova figura.

Secondo Di Matteo sarebbe concreto il rischio di un aggravio per le casse comunali:

“Orbene dalle note dell’intervento dell’assessore Lo Coco non appare chiaro e non è dato capire in particolare quali sarebbero i criteri di individuazione e selezione del personale che dovrebbe ricoprire il ruolo di “Ispettore”. In particolare, sembrerebbe che l’Assessore Lo Coco paventi l’assunzione di nuovo personale, magari proprio nell’ATO, un po’ sulla falsa riga di quanto già avvenuto ed attuato nel corso della passata amministrazione Gullo-Capizzi dall’ex Presidente dell’ATO sig.ra Giangrande, che ha proceduto all’assunzione di diverse unità senza espletare alcuna procedura pubblica.

E ciò, come è noto, ha comportato un notevole aggravio economico per tutti i cittadini di Monreale.

Rimane sempre forte il dubbio che cambiando l’ordine “sindaco-consigliere, consigliere-sindaco” il risultato non cambi”.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale