Transazioni con ATO e AMIA: “Poco convenienti per il comune di Monreale”

0
Araba Fenice desk

Monreale, 11 novembre – Durante la seduta del Consiglio Comunale di giorno 10/11/2014 è stata presentata, a firma dei consiglieri comunali Romanotto, Vittorino, La Corte, Giuliano, Li Causi, Costantini, una richiesta d’inserimento di due punti all’ordine del giorno da discutere nella prossima seduta.

I due punti riguardano la transazione con l’AMIA e quella con l’ATO, entrambe proposte dall’amministrazione.

“Non mi sembra conveniente – afferma Romanotto, il primo firmatario della richiesta – per le casse del nostro Comune, proporre una transazione con l’AMIA con la quale abbiamo già vinto tre cause. Nei due procedimenti promossi contro il Comune di Monreale l’AMIA chiedeva il pagamento delle fatture ma è risultata soccombente perché il giudice ha ravvisato l’inesistenza del rapporto contrattuale”.

L’AMIA, nei mesi scorsi, ha perso anche la causa promossa contro il Comune di Monreale per indebito arricchimento.

I consiglieri firmatari della richiesta non si spiegano le ragioni che spingono il sindaco a proporre una transazione con l’AMIA per tre milioni di euro, considerata la posizione dominante del Comune di Monreale.

“Il fatto che un creditore si accordi con un abbattimento del 70% del proprio credito “10.000.000” dovrebbe far riflettere parecchio. – continua Romanotto – In base alle sentenze pubblicate il Comune non dovrebbe pagare nulla all’attore “AMIA” ma l’amministrazione ritiene opportuno, pur rivestendo una posizione dominante, di pagare 3.000.000 di euro”.

Sulla base della richiesta si chiede al sindaco Capizzi che venga a spiegare in Consiglio Comunale le ragioni di tale scelta.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale