Beni confiscati alla mafia. Consegnata al comune di Monreale una villa in Via Adragna

0
acqua park

Si è svolta questa mattina presso il San Paolo Palace di Palermo la consegna ufficiale dei 530 immobili confiscati alla mafia al Consorzio Sviluppo e Legalità.

Presenti il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, il Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti, e il Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Umberto Postiglione. Al sindaco della città di Monreale, avv. Piero Capizzi, è stata consegnata la disponibilità della villa confiscata in contrada Adragna che si estende su un’ampia superficie. La struttura sarà destinata dal Comune ad finalità sociali.

“E’ stata un’importantissima manifestazione – ha dichiarato il sindaco Piero Capizzi che riveste anche la carica di Presidente del Consorzio Sviluppo e Legalità – dove la presenza dello Stato dimostra ancora una volta quanto sia determinante la lotta alla criminalità organizzata e soprattutto quanto sia importante restituire questi beni alla società civile, al fine di essere utilizzati per finalità sociali”. 

Si tratta di due ville accorpate per complessivi 508 metri quadrati, con corte circostante estesa di 3.455 metri quadrati, situati nel territorio di Monreale in via Adragna 32, nella frazione di Aquino. 

Questi beni intestati a Castrense Balsano, erano stati confiscati con sentenza definitiva emessa dal Tribunale di Palermo il 26 gennaio del 2007. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.