Monreale. Una signora cade in una buca. Il Comune la risarcisce con € 47.500,00

0
Immobiliare Max

Monreale, 25 ottobre – Sono tante, troppe, le cause intentate da cittadini contro il Comune di Monreale per lesioni personali o per danni materiali (automobili o motociclette) dovuti alle tante buche presenti nel territorio.

In questi giorni il dirigente dell’Area Affari Istituzionali e Generali, dott. Giancarlo Li Vecchi, ha provveduto alla liquidazione dell’ennesimo risarcimento, per un importo considerevole, ottemperando alla sentenza espressa dal tribunale.

La sentenza risale al 2013, quando il Giudice Monocratico, dott.ssa Giuseppina Notonica, ha condannato il comune di Monreale a rimborsare alla Sig.ra P. L., residente a Monreale, la somma di € 47.500,00.

La sig.ra, nel 2009, era caduta in una buca di una via monrealese, Via P.pe di Palagonia, e aveva riportato lesioni fisiche e psichiche. Difesa dall’avv. Francesco Pepe aveva chiamato il comune di Monreale in giudizio. Il Giudice aveva dato ragione alla signora e alle richieste di risarcimento espresse.

Questo è forse uno dei rimborsi più importanti che il comune ha dovuto sostenere per le tante citazioni in giudizio ricevute a causa delle tante buche presenti nel territorio. In questi giorni stiamo assistendo ad un’opera di ripristino del manto stradale su diverse strade (si tratta di un progetto già deliberato dalla giunta Di Matteo ma che sta trovando attuazione solo adesso).

Per il danno causato solamente da questa buca il comune spenderà poco meno dei 49.000 euro impegnati per il ripristino delle buche delle strade dissestate a Monreale e nelle immediate vicinanze.

A breve il comune potrebbe trovarsi a dovere sostenere un altro importante esborso per identiche cause.

Il 17 dicembre 2014, infatti, il comune dovrà comparire in giudizio per un’altra citazione promossa da una coppia di palermitani vittime di una caduta avvenuta nella Circonvallazione di Monreale, mentre erano a bordo di uno scooter.

In seguito all’incidente, alla signora è stata riconosciuta una percentuale di invalidità permanente dell’8%, 85 giorni di invalidità temporanea totale e 60 giorni di invalidità temporanea parziale al 75%.

Per i danni subiti i signori hanno avanzato richiesta di risarcimento di euro 36.000,00, ritenendo il comune responsabile della manutenzione delle strade. A questa cifra si dovranno aggiungere, nel caso venisse riconosciuta la colpevolezza del comune, le spese legali, per le quali verranno a breve impegnate circa 7.000 euro. 

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.