Emergenza dipendenti Giordano, se ne è parlato oggi in consiglio comunale

0
acqua park

Monreale, 14 Ottobre. Si è svolto oggi il consiglio comunale straordinario dedicato alla problematica delle autolinee Giordano.

Il consiglio comunale si è aperto con un minuto di silenzio dedicato alla memoria di Piera Autovino, recentemente scomparsa e di Alessandro Caravello, anch’egli deceduto nei giorni scorsi.

Molto partecipata la discussione odierna, che ha affrontato la problematica dei lavoratori delle Autolinee Giordano sotto diversi aspetti.

Due i principali ed opposti punti di vista presentati oggi dalle parti che sono intervenute.

Da un lato, la risposta dell’amministrazione comunale che, nell’intervento del Sindaco Piero Capizzi, ha sottolineato l’efficacia e la celerità delle azioni da lui intraprese, che hanno consentito di sbloccare fondi per 378.000 euro che la Regione, nei prossimi giorni verserà nelle casse delle autolinee, ribadendo, ancora una volta l’auspicio e la certezza che i fondi siano utilizzati per pagare i dipendenti.

L’opposizione ha continuato a chiedere che l’amministrazione versi alla ditta Giordano i fondi dovuti per il servizio navetta reso dalla stessa.

Nella pratica, però, nessuna soluzione odierna per la questione è stata esitata, poiché, come ribadito dal Sindaco Capizzi, i fondi saranno disponibili nel tempo massimo di una settimana.

Il consigliere Romanotto ha chiesto più volte, che i circa 77.000 euro dovuti dal Comune alle autolinee venissero dati scavalcando l’ordine cronologico, citando alcune ordinanze sindacali in cui il processo è già stato messo in atto.

Il Sindaco ha però ribadito l’impossibilità, anche per problemi tecnici, di utilizzare la deroga al regolamento di contabilità per servizi essenziali per un servizio che ad oggi non è più erogato.

Piena solidarietà ai lavoratori è venuta da tutti i consiglieri intervenuti, da Gullo, a Romanotto, a Guzzo, Gelsomino, La Corte e Naimi, Pippo Lo Coco e Vittorino.

Polemici però alcuni strali lanciati dall’opposizione all’operato dell’amministrazione, che avrebbe con un solo intervento risolto la situazione problematica di oltre 70 aziende in tutta la Sicilia.

Il consigliere Gullo ha risposto a queste affermazioni, dicendo che il risultato è un risultato sociale, dato da tutti gli attori che si sono impegnati nella risoluzione.

Ad avvalorare questa tesi, l’assessore Pippo lo Coco, che ha sottolineato come il merito sia dei lavoratori che hanno chiamato l’amministrazione a rappresentarli.

Il consigliere La Corte, dal canto suo, ha chiesto all’amministrazione di adoperarsi per una transazione con l’azienda per corrispondere il dovuto.

Da qui in poi la discussione ha preso un abbrivio politico, con un acceso dibattito in aula, che però non ha cambiato l’esito del consiglio comunale, il quale si è poi chiuso.

I lavoratori, a margine, hanno annunciato per domani l’attivarsi della loro protesta: sarà svolta la sola corsa mattutina che porta i bambini a scuola, successivamente si terrà un’assemblea nei locali dell’azienda.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.