Aquino. L’ultimo saluto ad Alessandro Caravello (LE IMMAGINI E IL VIDEO)

0
tusa big

Aquino, 14 ottobre – Si è tenuto questa mattina il funerale di Alessandro Caravello, il 22enne residente nella frazione monrealese di Aquino deceduto domenica scorsa nello scontro tra lo scooter che guidava e un pullmann che stazionava in via Ernesto Basile, a Palermo.

Tanta commozione tra le centinaia di persone accorse alla cerimonia funebre. Alessandro era molto conosciuto nel quartiere. Oltre a vederlo vendere frutta agli angoli delle strade lo si incontrava spesso a bordo del suo scooter, lui amante di motori, o in groppa ad un cavallo, la sua seconda passione. Tanti giovani indossavano la maglietta bianca con impressa una foto di Alessandro a cavallo e la scritta: “Alessandro sarai sempre nei nostri cuori”.

Gli esercenti di Aquino hanno abbassato le saracinesche in segno di lutto.

Giochi pirotecnici e un volo di colombe hanno accolto la bara bianca all’uscita dall’abitazione della famiglia Caravello in Via Aquino. Lunghi applausi hanno accompagnato l’ingresso del feretro di Alessandro all’interno della chiesa di San Giuseppe, dove padre Giuseppe Spera ha celebrato la funzione religiosa.

Il sacerdote ha spiegato come la morte di un giovane di 22 anni rientri nel mistero di Dio, ricordando un passo delle Sacre Scritture che paragonano la vita dell’uomo al fiore reciso dal giardiniere per farlo ammirare in giro e perché possa rallegrare. “Ma a differenza del fiore che poi muore, l’uomo passa dalla morte alla vita eterna”.

Don Spera ha più volte sottolineato che l’amore per Alessandro sarà tale solo se riusciremo a mettere da parte litigi e contese personali a favore dell’amore.

“Concedere il perdono anche se siamo stati offesi. È questo l’amore cristiano capace di cambiare il quartiere”.

Anche il sindaco Piero Capizzi, presente alle esequie, ha voluto ricordare il giovane che ha visto nascere, avendo anch’egli vissuto per tanto tempo ad Aquino. “Ragazzo bravo, timido, con la passione per i cavalli e per i motori.

Ed è stato il rombo delle motociclette dei tanti amici accorsi per l’ultimo saluto che ha accolto il feretro di Alessandro all’uscita dalla Chiesa. Poi, dalla piazzetta antistante, sono stati sparati altri fuochi d’artificio, prima che i ragazzi con le magliette bianche portassero in spalla il feretro dell’amico.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale