Carovana Antimafia ieri a Monreale

0
tusa big

Monreale, 10 Ottobre. Ha fatto tappa ieri nella nostra città “carovana antimafia”, l’iniziativa di ARCI e Libera che dal 1994 gira la Sicilia per veicolare la pratica antimafia in tutte le sue forme.

Il tema di quest’anno del viaggio della carovana è “I nuovi schiavi”, e riguarda i tristemente noti fenomeni della tratta degli esseri umani e delle dipendenze.

Significativamente, infatti, la carovana ha preso avvio da Lampedusa.

Nel corso della sua tappa monrealese, la carovana è stata accolta dai soci del circolo ARCI LINK di Monreale, i quali, in tema di dipendenze, legalità e riappropriazione del territorio, hanno presentato le loro attività associative.

In particolare, grazie alla cooperazione con gli istituti superiori Mario D’Aleo e Duca degli Abruzzi, i soci dell’associazione hanno tenuto, nello scorso anno scolastico, una serie di iniziative tematiche sul fenomeno del gioco d’azzardo, con particolare riferimento alla deriva del gioco d’azzardo patologico, alle sue implicazioni sociali e al pericolo delle infiltrazioni mafiose che è insito nella sua diffusione.

Più di 140 gli alunni presenti ieri all’incontro, durante il quale gli stessi hanno consegnato all’amministrazione comunale un mosaico da loro prodotto che testimonia il risultato del lavoro svolto.

Alla giornata erano presenti Fausto Melluso, di Arci Palermo, Simone Marchese, di Arci Link, la dott.ssa Concetta Giannino, preside dell’Istituto D’Aleo, Daniele Poto, redattore del dossier di Libera “Azzardopoli” e Calogero Parisi, della cooperativa “Lavoro non solo”.

Per il Comune di Monreale, invitati il Sindaco, il consiglio comunale e la giunta, erano presenti gli assessori Ignazio Zuccaro e Giuseppe Cangemi.

Dopo un commosso momento di silenzio in ricordo della monrealese Piera Autovino, prematuramente scomparsa nei giorni scorsi, che tante attività aveva svolto in seno ad ARCI LINK, sempre all’insegna dell’impegno sociale, vi è stata la presentazione di carovana antimafia da parte di Fausto Melluso, ed in seguito l’intervento del Preside Giannino.

Quest’ultima ha voluto sottolineare il forte impegno profuso dalla scuola monrealese in vista della legalità, ma non come vuoto slogan, bensì come concreto spiegamento di forze: in questo senso, il suo impegno è stato quello di lavorare alla creazione di un protocollo d’intesa ove possano interagire scuola, istituzioni comunali e realtà associative, in vista di azioni concrete per il presente ed il futuro degli studenti.

La proposta della Preside, è stata quindi duplice: da un lato, ha invitato Arci Link a partecipare al protocollo d’intesa, dall’altro ha spinto i ragazzi ad organizzarsi, con il beneplacito della scuola, per partecipare annualmente a “Carovana Antimafia”.

Negli interventi successivi dei relatori, il racconto della quotidianità del percorso che lotta per la liberazione dalla schiavitù mafiosa, attraverso azioni simboliche, attraverso il lavoro nei campi, attraverso l’impegno politico ed attraverso la diffusione della cultura del fare.

In particolare, sul gioco d’azzardo patologico, il redattore del dossier di Libera “Azzardopoli”, ha sottolineato come lo stesso gioco d’azzardo sia vietato dalla costituzione, e come ciò faccia essere il nostro Stato “il primo biscazziere d’Italia”.

In seno alla manifestazione, inoltre, ARCI LINK ha presentato un regolamento comunale teso a porre limiti alla diffusione incontrollata del gioco d’azzardo nel nostro territorio, chiedendo all’amministrazione comunale di appoggiare la sua approvazione.

Simbolicamente, su invito dell’associazione, il primo firmatario del regolamento, che verrà proposto alla cittadinanza per essere poi portato in consiglio comunale, è stato l’assessore Ignazio Zuccaro.

Da oggi, ogni fine settimana, sarà presente un gazebo in Piazza dove sarà possibile aderire all’iniziativa lanciata da ARCI LINK.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale