Villaciambra. Doppi turni alla scuola elementare? Gli alunni disertano le lezioni

0
acqua park

Monreale, 6 ottobre – Questa mattina i genitori degli alunni della scuola elementare del plesso di Villaciambra dell’ISC Monreale II hanno deciso di non mandare i propri figli a scuola. La drastica decisione è stata presa dopo che il Consiglio d’Istituto, lunedì scorso, aveva deliberato che le dieci classi del plesso avrebbero effettuato i doppi turni.

La dirigente dell’Istituto, la Prof.ssa Patrizia Roccamatisi, spiega che l’esigenza del turno pomeridiano è nata perché per l’anno scolastico 2014/2015 si è formata una classe in più rispetto all’anno precedente, ma che la struttura non dispone di un’ulteriore aula che possa ospitarla: “Già a Luglio scorso ho comunicato al comune il nuovo organico con la necessità di un’altra aula. C’è stato un sopralluogo con i tecnici del comune per verificare se possibile dividere un’aula in due tramite un tramezzo. Si attende di aprire un tavolo tecnico tra Comune, ASP e Vigili del Fuoco, per verificarne la fattibilità”.

Ma i tempi da attendere sarebbero troppo lunghi secondo i genitori, che intanto dovrebbero accollarsi i doppi turni. Da qui la protesta. In questi giorni i genitori hanno presentato alla dirigente scolastica una petizione per chiedere un nuovo Consiglio d’Istituto e rivalutare la questione. “Il Consiglio straordinario si terrà domani pomeriggio, ma non vedo altre soluzioni da prendere in considerazione – spiega la dirigente”.

I genitori dichiarano che presenteranno due proposte. Il presupposto di entrambe è l’eliminazione dei doppi turni per i bambini della scuola elementare che, ricordano, è la scuola dell’obbligo e va salvaguardata. Da qui l’intenzione di addossare il disagio sulle 6 classi della scuola materna, “che non è obbligatoria”.

Un’aula, spiegano i genitori, potrebbe infatti essere ricavata sottraendola ai bambini della materna che a turno, per una settimana, dovrebbero rimanere a casa. Oppure, altra proposta, si può valutare di non accettare 10 unità, appartenenti alla fasce d’età 2/3 anni, così da distribuire i restanti 11 bambini della classe nelle restanti 5 e liberare un’aula per l’elementare.

Intanto la protesta continua e i genitori sono intenzionati a tenersi a casa i bambini anche domattina, in attesa della decisione che sarà presa dal Consiglio d’Istituto.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.