I Sindaci Orlando e Capizzi inaugurano il ripristino della linea 389

0
Araba Fenice desk

Monreale, 20 Settembre. Una data da ricordare quella odierna per gli abitanti di Monreale. È da oggi di nuovo attiva, seppur in via sperimentale, la linea 389 nel suo percorso originario, che collega Palermo e Monreale.

Già attive da stamane le corse, alle ore 17.00 si è svolto il viaggio speciale che ha ospitato i sindaci delle due città, i vertici dell’AMAT e la stampa.

Presente anche buona parte della giunta monrealese, ed il deputato regionale Antonello Cracolici.

Ospite speciale, invitata direttamente dal Sindaco Piero Capizzi, Marta Tarallo, la ragazza che aveva chiesto, con una lettera inviata al nostro giornale la riattivazione in tempi brevi del percorso.

Il Sindaco di Monreale, Piero Capizzi, ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto dalle due amministrazioni, soprattutto in vista della visita dei commissari UNESCO:

“È il primo passo di un’intesa sinergica tra le città di Palermo e di Monreale. Desidero ringraziare il sindaco Orlando, per questo risultato raggiunto, che oltre ad essere un grande risultato per la cittadinanza ha il suo risvolto positivo nell’ottica dell’ingresso del complesso monumentale tra i patrimoni dell’UNESCO.

Questo risultato rispecchia uno degli impegni presi nei confronti dei cittadini durante la campagna elettorale.

Dello stesso tenore le dichiarazioni del Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che ha sottolineato l’importanza dell’impegno sinergico nella vita stessa di due città così vicine come Monreale e Palermo:

“Quello odierno è un piccolo grande esempio di come bisogna vivere le bellezze delle due città. Grazie a questa convenzione, finalmente Palermo e Monreale sono di nuovo collegate.”

Il presidente del consiglio d’amministrazione dellAMAT, Antonio Gristina, dal canto suo, si è soffermato sugli aspetti tecnici della questione, rispondendo anche a chi si è lamentato per il numero di corse previste dalla convenzione:

“Il ripristino del servizio è frutto di un accordo fra le due amministrazioni comunali, l’AMAT è intervenuto semplicemente per sciogliere i nodi tecnici, e per stabilire un budget sostenibile sia per l’azienda che per il Comune di Monreale. A questo proposito, il numero di corse è legato al budget reso disponibile per la convenzione.”

A precisa domanda riguardo eventuali impedimenti al passaggio dalla sperimentalità del servizio ad una stabilità dello stesso, Gristina non ha rivelato impedimenti in tal senso.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Acquapark Monreale
Acquapark Monreale