Precari del comune: arriva la delibera di prosecuzione del rapporto di lavoro

0
Immobiliare Max

 “E’ per senso di responsabilità nei confronti di tante famiglie monrealesi che non potevamo esimerci dal garantire la prosecuzione del rapporto di lavoro per i 94 lavoratori precari del comune”. E’ con queste motivazioni che il sindaco Di Matteo spiega la decisione della giunta di deliberare a favore della prosecuzione del rapporto di lavoro per gli 85 lavoratori socialmente utili e per i 9 lavoratori “ASU” (ex Cooperativa Idra) fino al 31 marzo 2014.

La tanto attesa delibera di proroga del contratto di lavoro non è stata partorita dall’ARS, che riprenderà i lavori dopo le festività natalizie. Di conseguenza, alcuni comuni siciliani, come quello di Camporeale, hanno deciso di dichiarare cessato il rapporto di lavoro con i precari. Verrebbe infatti a mancare il contributo regionale che copre l’80% della retribuzione dei lavoratori socialmente utili.

“Non credo, con questa decisione, di commettere un danno erariale. Il licenziamento di questi lavoratori – ha dichiarato Di Matteo – avrebbe comportato oltretutto gravi disagi sociali e problemi di ordine pubblico per la città di Monreale”.

Il comune non si trova nelle condizioni di sostenere una spesa per le retribuzioni per più di tre mesi.

Quindi fino al 31 Marzo l’intera spesa sarà a carico del comune, a meno che una successiva delibera regionale di proroga non dovesse permettere retroattivamente di rimborsare i comuni per gli oneri assunti per i lavoratori già dal 1 Gennaio.

 

“Siamo indubbiamente soddisfatti della decisioni assunte dalla giunta Di Matteo sostiene il segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica, Nicola Giacopelli che a seguito delle pressanti sollecitazioni della nostra organizzazione sindacale e del recente pronunciamento del consiglio comunale ha finalmente sospeso lefficacia della delibera del 31 ottobre scorso relativa alla programmazione del fabbisogno di personale per il triennio 2013-2015. La proroga trimestrale consente ai lavoratori interessati di tirare un sospiro di sollievo e allamministrazione di rivedere il programma triennale delle assunzioni, superando quello frettolosamente e imprudentemente varato a fine ottobre, che noi abbiamo sin da subito contestato.

Secondo Giacopelli, inoltre, grazie allintervento legislativo dellArs, sarà a breve possibile prorogare i contratti a tempo determinato sino a tutto il 2016, procedendo nel corso del prossimo triennio alla stabilizzazione di tutti i lavoratori precari del Comune: ciò è realizzabile, a condizione che si sappiano sfruttare al meglio le opportunità che la normativa nazionale e regionale offre

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.