Monreale, l’ennesima buca, ma questa volta c’è un rischio in più

0
tusa big

Nel pomeriggio di oggi, su segnalazione di alcuni cittadini monrealesi, abbiamo potuto appurare che, all’incrocio fra via Kennedy e Via Archimede, su un tratto di manto stradale riparato tempo addietro a causa dell’implementazione dell’illuminazione pubblica, la riparazione si è staccata, lasciando spazio ad una buca. Poco male, Monreale è piena di buche, che male potrebbe fare una in più. A pochi metri dal suddetto incrocio, ad esempio, un’altra buca sta procurando non pochi disagi alla popolazione, ne abbiamo trattato qui. Quella di cui parliamo adesso non è nemmeno di grandi dimensioni, all’incirca un metro di lunghezza per pochi centimetri di larghezza.

In realtà, la situazione è ben diversa, e questo per dei motivi ben precisi. Il primo è che la buca si trova sul limitare di un attraversamento pedonale, e già questo ne aumenta la pericolosità, ma, se ciò non bastasse, lo stesso attraversamento pedonale è percorso giornalmente da centinaia di bambini, trovandosi fra il plesso che ospita la scuola primaria “Pietro Novelli” e quello della scuola secondaria “Antonio Veneziano” di Monreale. Un motivo già di per sé valido a che le autorità preposte si prodighino per l’intervento.

A ciò, però, è da aggiungere un’ultima precisazione, che rende l’intervento urgente, nella sua semplicità: la riparazione copriva dei cavi che dovrebbero trasportare energia elettrica. Con il tempo ed il continuo passaggio delle auto, oltre ad essersi sbriciolata la riparazione del manto stradale, a subire dei danneggiamenti è stato anche il tubo che contiene i cavi dell’illuminazione pubblica, al punto che in alcune parti dello stesso tubo il cavo risulta visibile. Dato il traffico che investe la zona, è presumibile che anche la copertura del cavo possa subire dei danneggiamenti, lasciando così scoperti i fili che vi sono all’interno.

Abbiamo segnalato la situazione agli agenti della polizia municipale, i quali hanno contattato l’ufficio tecnico di Monreale, che si è repentinamente impegnato ad effettuare un sopralluogo nella mattinata di domani, al fine di appurare la situazione ed eventualmente intervenire di conseguenza.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.