Mario Caputo: “Mandate via 7 famiglie per autorizzare il mercatino di Natale a spese comunali”

0
Immobiliare Max

Il consigliere, che con una nota si rivolge al Comandante della polizia municipale Mario Cusimano e al direttore generale Ettore Sunseri, ai quali chiede fornire i nomi dei funzionari responsabili e il parere sulla regolarità delle procedure eseguite, dichiara quanto segue:

 “Nonostante siano trascorsi tre giorni da quando con una nota a mia firma avevo chiesto all’amministrazione comunale e ad alcuni uffici competenti, notizie in merito alle procedure eseguite per la realizzazione del Mercato di Natale in Piazza Guglielmo, nessuna risposta è arrivata. Avevo chiesto infatti notizie in merito all’anomala esenzione dal pagamento del suolo pubblico e da altre tasse comunali, in favore degli operatori economici e della società che ha curato l’intera manifestazione, iniziative come si ricorda autorizzate attraverso il non rituale ricorso alla ordinanza sindacale.
Avevo chiesto altresì notizie in merito alla circostanza, anche questa assai strana, che l’energia elettrica sembra essere fornita dal comune attraverso un cavo proveniente dai misuratori di energia installati nel complesso monumentale di Piazza Guglielmo con cavi elettrici che attraversano la piazza e i marciapiedi laterali.
Da consigliere comunale, da cittadino e anche per avere raccolto il disappunto di tantissimi operatori commerciali, avevo rivolto all’amministrazione comunale le seguenti richieste e principalmente per ottenere rassicurazione in ordine all’inesistenza di pericolo per la sicurezza e incolumità pubblica a fronte di un cavo elettrico che è stato posizionato sulla pubblica via.
Atteso il silenzio, ho ritenuto doveroso formalizzare una nota chiedendo una risposta ufficiale su tutte le iniziative e le procedure adottate dall’amministrazione comunale”.


“Ribadisco che non sono assolutamente contrario all’iniziativa – ha continuato Mario Caputo – ma ritengo che l’amministrazione comunale abbia il dovere di garantire non soltanto il rispetto delle procedure eseguite, ma che tutte le iniziative realizzate assicurino il mantenimento dei livelli di sicurezza, non so nemmeno se sia stato acquisito e se effettivamente previsto il parere della Sovrintendenza, anche perchè continuo a non comprendere la circostanza che mentre 7 operatori commerciali monrealesi siano stati allontanati da Piazza Guglielmo per garantirne il decoro e i nostri operatori commerciali sono costretti a pagare anche per iniziative provvisorie il pagamento del suolo pubblico, questa società sia stata stranamente esentata.
A tal proposito ho chiesto all’amministrazione e all’assessore comunale competente di comunicare l’importo che corrispondono gli operatori per l’utilizzo degli stands, e se corrisponde a verità che la cifra oscillante fra i € 600 e € 1200 in favore di chi viene corrisposta. E’ chiaro che se anche questa mia nota dovesse restare senza risposta mi avvarrò non soltanto delle mie prerogative di consigliere comunale in sede ispettiva, ma mi rivolgerò alle competenti autorità”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.