Riportare al centro della scena politica il cittadino: la petizione del M5S Monreale

0
tusa big

Il gruppo monrealese del Movimento 5 stelle ha depositato, presso gli uffici del Comune una petizione cittadina che punta all’introduzione dell’art. 38bis all’interno dello Statuto del Comune di Monreale, volta ad aumentare la partecipazione diretta dei cittadini all’amministrazione della città.
 
L’articolo prevede l’introduzione di istituti di interrogazioni e di interpellanze a firma dei cittadini che , sino ara, costituivano solo una prerogativa esclusiva dei Consiglieri Comunali.
 
“Con le interrogazioni – spiega Fabio Costantini, il portavoce – sarà possibile, mediante la raccolta di 100 sottoscrizioni, ottenere delle risposte scritte da parte del Sindaco su fatti concernenti la comunità cittadina, atti o iniziative dell’Amministrazione Comunale, mentre con le interpellanze, porgere allo stesso Sindaco delle domande su intendimenti e orientamenti programmatici, generali o settoriali, dell’Amministrazione Comunale”.
 
Ma non finisce qui; Il punto ancor più innovativo sarebbe rappresentato infatti dal fatto che il Sindaco, oltre a formulare una risposta scritta ai promotori, sarà tenuto a presentarsi in Consiglio Comunale e riferire sull’oggetto dell’interrogazione o interpellanza (dando così luogo ad un dibattito  Consiliare), ed il cittadino promotore avrà anche la facoltà, nella stessa sede, di poter replicare dichiarando così il proprio grado di soddisfazione in riferimento a quanto dichiarato dal primo cittadino.
 
“Nel panorama politico odierno, – continua il portavoce – nel quale i partiti cercano inesorabilmente di rafforzare a proprio vantaggio la democrazia rappresentativa (mediante congressi, consultazioni primarie, etc.), il Movimento 5 Stelle Monreale cerca invece di ampliare la partecipazione democratica e diretta dei cittadini rafforzando (laddove esistono, ed introducendo ove mancanti) gli istituti di democrazia diretta”.
 
L’obiettivo dei Grillini è chiaro: riportare al centro della scena politica il cittadino che ritengono essere l’unico protagonista ed incolpevole autore di “eccessi di delega” a dei rappresentanti che hanno dimostrato di non meritare tale investitura.
“Il maggior coinvolgimento della cittadinanza alla gestione della res publica consentirà, in questa circostanza, una facoltà di replica troppo spesso negata e quasi mai riconosciuta ai detentori della sovranità”.
 
Tocca ora al Consiglio Comunale approvare la modifica proposta dal movimento 5 Stelle monrealese, consentendo così di innalzare il grado di partecipazione democratica dei Monrealesi.
 
“La democrazia diretta – conclude Costantini – è ormai parte integrante della quotidianità politica: appartiene alla fisiologia del nostro sistema politico costituendone al contempo un anticorpo contro quel deficit democratico che talvolta si genera ledendo l’identità tra governanti e governati.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.