Il Comitato No Tarsu chiede un Consiglio Comunale aperto

0
tusa big

Si è riunita stamane, la Commissione Bilancio del Consiglio Comunale di Monreale che ha approfondito alcuni punti sulla questione relativa al Regolamento Tares e alla gestione dell’ATO Palermo 2. Presente all’incontro odierno, oltre ai consiglieri che fanno parte della II Commissione, anche l’assessore Mimmo Vittorino.

L’incontro è stato reso necessario alla luce dell’insoddisfazione del Comitato No Tarsu per i contenuti e per alcuni punti oscuri del nuovo Regolamento Tares.  Tra i punti ancora poco chiari, ricordiamo, la mancanza di documenti che provino l’esatto calcolo di ripartizione della copertura dei costi del servizio di raccolta rifiuti. Alle utenze domestiche, secondo la bozza di regolamento, spetterebbe infatti lacopertura dell’89% del costo totale, mentre a quelle non domestiche l’11%. A riguardo, i componenti del Comitato chiedono i documenti che spieghino come, chi ha redatto il Regolemento, sia arrivato a stabilire queste cifre.

Durante la riunione, in cui hanno preso parte Sergio Calderaro e Salvatore Modica del Comitato No Tarsu, Stefano Lo Coco del Comitato Pioppo Comune e Giuseppe Lo Vecchio dell’associazione UNA Monreale, sono state anche depositate le firme, raccolte dalla petizione indetta dal Comitato No Tarsu, con l’obiettivo di chiedere la convocazione di un Consiglio Comunale aperto.

Il Presidente del Consiglio Comunale, Alberto Arcidiacono, viste le numerose firme presentate a sostegno della causa, ha accolto la richiesta e si è impegnato a indire una seduta aperta ai cittadini i quali avranno la possibilità di suggerire alcune modifiche al regolamento che dovrebbero essere portate all’attenzione dei Consiglieri.

Il Presidente del Consiglio Comunale, Alberto Arcidiacono, viste le numerose firme presentate a sostegno della causa, ha mostrato molto interesse a vagliare le richieste dei cittadini.
Alla conferenza dei capigruppo Arcidiacono chiederà di valutare la possibilità di sospendere il prossimo consiglio comunale, che verrà indetto proprio per approvare il regolamento Tares, al fine di concedere la parola ad alcuni rappresentanti del Comitato No Tarsu e valutare le loro richieste.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.