Conferimento della cittadinanza onoraria al prefetto Giuseppe Caruso

0
Immobiliare Max

Il prefetto Giuseppe Caruso, direttore dell’Agenzia nazionale per i beni confiscati alla mafia, ha ricevuto ieri dal sindaco Filippo Di Matteo la cittadinanza onoraria della cittadina normanna. Tanti i rappresentanti istituzionali, delle forze dell’ordine e della politica, presenti all’evento.

Nello Musumeci, presidente della Commissione Antimafia dell’ARS, ha apprezzato la “felice intuizione del sindaco Di Matteo e la carica di umanità che ha contraddistinto il prefetto Caruso alla guida dell’agenzia dei beni confiscati alla mafia”. Musumeci ha rilevato la presenza di mille insidie, anche interne, che tendono a complicare il lavoro del direttore dell’agenzia. “Il legislatore deve adeguare la normativa vigente per consentire all’agenzia di lavorare in base alle esigenze del territorio e fare sentire lo stato vicino alle associazioni che vi lavorano”.

“Vorremmo che 10, 100 comuni si intestassero l’iniziativa di Monreale che testimonia una presenza delle istituzioni significativa e ha importanti ricadute nel territorio”.

Il prefetto Caruso, visibilmente emozionato, ha ringraziato i presenti.

“L’agenzia – ha dichiarato Caruso – è la prova di un lavoro corretto di contrasto alla criminalità organizzata. Bisogna combattere l’ala militare dell’organizzazione con la repressione e con la prevenzione, ma è fondamentale l’aggressione dei beni della criminalità e la loro destinazione alla collettività. È questo il segreto per sconfiggere la criminalità organizzata, rendere il re nudo. Mandare un criminale in galera costituisce un vanto da esibire. Privandoli del patrimonio togliamo loro credibilità e autorevolezza nei confronti degli amici”.

Per Caruso a breve ci sarà un rafforzamento normativo che renderà l’agenzia più efficiente.

Il prefetto ha annunciato che anche nella frazione monrealese di Aquino a breve potranno essere messe a disposizione della collettività 2 ville faraoniche sottratte alla mafia.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.