Consiglio comunale sul pignoramento ATO: il Sindaco riferisce in aula

0
tusa big

Si è svolto oggi, il consiglio comunale con all’ordine del giorno la discussione sul pignoramento conto terzi cui è stato sottoposto il Comune per un mancato pagamento da parte dell’ATO rifiuti nei confronti della Tirreno ambiente.

È intervenuto il Sindaco Di Matteo, presenti in aula vari componenti della giunta.

Il suo intervento, dopo un’apertura dedicata a questioni di carattere tecnico, durante la quale il Sindaco ha criticato l’operato dei capigruppo nella formulazione dell’ordine del giorno, si è dedicato ad esporre le ragioni ed i tempi del versamento del Comune nei confronti della Tirreno ambiente. Concentrandosi sul pignoramento, il Sindaco ha riferito che, in seguito ad un incontro fra l’ex commissario liquidatore dell’ATO Terzo, l’attuale commissario Norrito, e le istituzioni comunali, il Comune stesso ha deciso di versare parte delle somme dovute e già in bilancio dal tempo dell’adesione al decreto salva-enti, direttamente alla società creditrice, la Tirreno Ambiente. Le somme sono state versate, perché stante il pignoramento in corso, il Comune non avrebbe neanche potuto versare all’ATO le somme dovute per il pagamento degli stipendi. Incidentalmente, il Sindaco ha reso noto al consiglio di essere stato nominato presidente della nuova società di gestione rifiuti, la s.r.r. Palermo Ovest.

Varie risposte dai banchi dei consiglieri, con il consigliere Villanova ed il consigliere Mirto che hanno rivendicato la facoltà dei capigruppo di concordare con il presidente del consiglio comunale l’ordine del giorno. Mirto ha sottolineato che ‘il consiglio comunale non ha mai potuto esercitare il controllo di gestione degli enti partecipati’: il problema sono le somme già dovute, e bisognerebbe aprire una discussione seria, nonostante l’imminente campagna elettorale, sui debiti pregressi, per capire se le somme sono realmente dovute.

Il Sindaco ha infine risposto alle questioni poste dai consiglieri, chiarendo le modalità di funzionamento delle A.R.O. (aree raccolta ottimale), i nuovi consorzi dei comuni cui spetterà l’assegnazione degli appalti. In particolare, il Comune di Monreale, non avendo comuni limitrofi disponibili, ne creerà una ad hoc.

‘Mi auguro che entro la fine di Dicembre la Regione ci metterà nelle condizioni di attivare le A.R.O.’

Chiusa la discussione sul pignoramento ATO, è intervenuto il vice-sindaco e assessore, Giuseppe La Corte, che ha posto l’attenzione sul successivo punto all’ordine del giorno, la votazione riguardante l’approvazione del regolamento interno la consulta giovanile, e alcune modifiche presente dallo stesso La Corte in emendamento.

Al via delle votazioni, è però venuto a mancare il numero legale, ed il consiglio comunale è stato quindi rinviato di un’ora.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.