Consulta Giovanile: ieri la seconda edizione di “Giochiamo la Tradizione”

0
acqua park

Si è svolta ieri, presso la frazione di Aquino, la finale della Seconda Edizione di “Giochiamo la Tradizione”, organizzata dalla Consulta Giovanile e promossa dall’Amministrazione Comunale, che ha registrato la vittoria della squadra di Pioppo, per la sezione scuola media, di “Giovani Artisti Crescono”, per la sezione scuola elementare, delle squadre di Aquino e San Martino per il premio junior.
Grande partecipazione da parte dei piccoli partecipanti, ed entusiasmo da parte dei genitori, che hanno rivissuti i “vecchi tempi” spensierati, trascorsi a giocare per strada.
Due squadre san martinesi, una rappresentante la frazione di Aquino, una di Pioppo nonché l’Associazione FIGeST e due squadre composte dai ragazzi dell’Associazione “Giovani Artisti Crescono” si sono sfidate nella Corsa con l’Uovo, a Ruba Bandiera, e nel Palet. In seguito, il professore Messana ha illustrato il gioco della Lippa e le ragazze dell’Associazione Giovani Artisti si sono esibite nel loro balletto. Tutti i partecipanti hanno ricevuto una medaglia di partecipazione e alle squadre vincitrici sono state consegnate delle coppe.
Ancora una volta la presenza del Professore Messana è stata fondamentale: oltre ai soliti giochi tradizionali, già svolti anche nella prima edizione, si è data possibilità ai ragazzi di apprendere due “nuovi” giochi, Palet e Lippa, le cui origini risalgono al XIV-XV secolo e oggi riconosciuti come sport tradizionali a tutti gli effetti.
A presenziare, in chiusura, gli Assessori La Corte e Giangreco.
La Consulta è stata supportata dalla presenza costante della Protezione Civile, del Signor Modica, Presidente della frazione di Aquino, e di alcuni componenti dell’Associazione “Noi Giovani di San Martino”.
Domenica Patellaro, Presidente della Consulta Giovanile, oltre a ringraziare Amministrazione, partecipanti e sponsor, si è detta soddisfatta del risultato: « Questa seconda edizione è stata la dimostrazione di come, in tempi austeri, la buona volontà e l’impegno possano fare la differenza e portare, comunque, a dei buoni risultati. I giochi di San Martino ed Aquino possono essere considerati il primo tassello di un progetto importante, difficile da portare a termine, ma non impossibile: quello di diffondere fra i giovani un forte senso di comunità ».

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.