Giovani battaglie: protesta l’istituto ‘Mario D’Aleo’ di Monreale

0
tusa big

È in fase di svolgimento, nella piazza antistante il palazzo di Città del Comune di Monreale, la manifestazione degli alunni e del corpo insegnanti del Liceo artistico e Istituto d’arte per il mosaico ‘Mario D’Aleo’; lezione all’aperto seguendo ironicamente la tecnica del pittore francese Claude Monet: an plein air.

Protestano per l’atavica mancanza di fondi, che priva discenti ed insegnanti del necessario per svolgere correttamente le lezioni ed i laboratori. Ma, oggi, lamentano una mancanza ancora più grave: l’istituto d’arte, infatti, consta di 12 classi, ma le aule a disposizione sono solo 9. ‘Oggi siamo a lutto’ grida dal megafono Salvo Di Liberto, rappresentante d’istituto, ‘il comune di Monreale, e la Provincia di Palermo, simbolicamente infieriscono sulla figura di Mario D’Aleo’.

Da noi intervistato aggiunge dettagli sulla situazione della scuola: l’edificio scolastico ospita anche gli alunni della scuola media, ma alcune aule della stessa sono state dichiarate inagibili. Nonostante uno stanziamento di 145.000 euro per ristrutturare queste aule, ad oggi alcune classi della scuola media occupano (a seguito di un tavolo tecnico svoltosi nel mese di Agosto) 2 aule di disegno geometrico, 3 aule di progettazione, 1 aula di ‘plastico’ e l’aula multimediale dell’istituto d’arte. Questo rende la situazione drammatica, addirittura con alcune classi che svolgono lezione contemporaneamente nell’aula magna.

La sua chiosa è sintomatica non solo della rabbia degli studenti, ma anche dell’assurdità della loro condizione: ‘Non chiediamo altro, solo che tutto torni come prima’.

Un periodo buio per una scuola d’eccellenza, la ‘Mario D’Aleo’, uno dei due Istituti d’arte per il mosaico d’Italia, su cui Monreale dovrebbe puntare per il rilancio della sua economia.

 

L’amministrazione comunale fa sapere, “di essersi attivata già da diversi mesi, nonostante l’Istituto artistico sia una scuola superiore e quindi di competenza della Provincia, per risolvere il problema della inagibilità di alcuni locali dell’istituto”. La provincia aveva già reso noto al sindaco di aver individuato il finanziamento, che è già disponibile, e che a breve inizieranno i lavori. “Tutto è finalizzato – ha dichiarato l’assessore Giangreco – a traghettare l’istituto artistico verso lidi sicuramente più idonei sia dal punto di vista della sicurezza che per la specificità considerato che la scuola è una risorsa culturale, economica ed artistica per il  nostro territorio”

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.