Salvo Leto: “Disponibile a nuove sfide, nel rispetto del percorso scelto dalla dirigenza del PD”

0
acqua park

L’intervista rilasciata da Silvio Russo a Filo Diretto si è trasformata in una miccia esplosiva che rischia di scuotere precari equilibri all’interno del Partito Democratico.

Basta scorrere i profili di Facebook degli esponenti del direttivo del PD per averne una panoramica. Per molti sarebbe in bilico addirittura la poltrona di segretario cittadino di Fabio Ganci.

Silvio Russo, tra i vari argomenti toccati nell’intervista rilasciata a Filo Diretto, aveva indicato in Leto il suo candidato alle primarie di partito, salvo esprimere una preferenza, nelle successive primarie di coalizione, per Capizzi, unico candidato capace, secondo Russo, di condurre il centro sinistra alla vittoria.

Tirato per la giacchetta, Salvo Leto, uno dei tre candidati alla competizione del 13 ottobre, con discrezione vuole sottolineare alcuni aspetti:

Ringrazio Silvio Russo per la preferenza che ha manifestato di volermi accordare per le primarie del 13 ottobre prossimo. Con lo stesso garbo voglio sottolineare che non condivido alcuni passaggi della sua intervista. In particolare, credo che Silvio si sia fatto prendere la mano da un eccesso di precipitazione.

Penso infatti che sia un errore il voler definire nuove ipotetiche tappe ancor prima della conclusione di quelle in corso. Non è certo colpa del PD se di fronte all’ipotesi di primarie di coalizione il potenziale candidato alle “secondarie” di Silvio Russo abbia preferito un’altra strada. Che adesso l’avvocato Capizzi possa aver cambiato idea sarebbe un elemento di novità che tutto il Partito Democratico potrà valutare e tenere in considerazione.

Aspettiamo pertanto di apprendere che Capizzi ufficializzi la volontà di sposare un progetto di centrosinistra “senza se e senza ma” mettendo da parte quel “progetto aperto a 360 gradi” di cui aveva parlato annunciando la propria candidatura.

Personalmente, se dovessi vincere le primarie del PD, sarei pronto e disponibile a nuove sfide, ovviamente, nel pieno rispetto del percorso che gli organismi dirigenti del PD monrealese sceglieranno. Se non dovessi prevalere, con ogni mia energia e con assoluta lealtà sosterrei il vincitore delle primarie del PD”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.