Vittorio Di Salvo: la zona artigianale di Monreale finita nel dimenticatoio

0
acqua park

Vittorio Di Salvo, candidato alle Primarie del Partito Democratico, ricorda come la realizzazione  dell’area artigianale di Monreale  potrebbe costituire la principale risorsa per lo sviluppo economico della nostra città. Il progetto però da anni è finita nel dimenticatoio.

“La risposta alla crisi strutturale che da tempo sta colpendo il prezioso settore dell’artigianato, così tanto legato all’identità della nostra città, – dichiara – non può essere demandata al singolo artigiano ma deve essere costruita dall’intero sistema territoriale di riferimento. Solo un’azione mirata, strutturale e di sistema può affrontare le sfide che il mercato pone, mettendo al centro la qualità, l’innovazione e l’esperienza”. 

Il Comune di Monreale ha registrato la presenza nel proprio territorio di circa 400 imprese artigiane,  esse oltre a rappresentare una risorsa in termini economici, sono  un patrimonio culturale inestimabile. 

“Sostenere ed incentivare questo settore significa investire risorse  e strategie per creare occupazione e valorizzare più in generale il nostro vasto territorio. L’area artigianale di Monreale potrebbe nascere con questo intento, gli insediamenti produttivi movimenterebbero qualcosa come 10 milioni di euro per la sola realizzazione dell’area, gli artigiani monrealesi, che hanno svolto e svolgono tutt’oggi una funzione di supplenza rispetto all’Amministrazione Comunale assente, sarebbero i principali soggetti attuatori del piano. Essi infatti si assumerebbero anche l’impegno per la realizzazione del progetto anticipando perfino le risorse per realizzare tutte le opere ed i servizi primari”.

Di Salvo sostiene inoltre che occorre puntare sempre più su un’idea nuova di fare impresa, che passa anche  attraverso la valorizzazione del mondo artigiano ed artistico ed al contempo è necessario favorire percorsi formativi che mettano i giovani nella condizione di apprendere professionalità qualificate e di cimentarsi in un settore che può offrire loro significativi sbocchi occupazionali.

“Questo rappresenterebbe  sicuramente una grossa opportunità di sviluppo economico e sociale per la nostra comunità, – conclude – soprattutto in una fase storica in cui l’occupazione locale  è ridotta ai minimi termini. Proprio per questo dopo anni di attesa, di ritardi e di annunci propagandistici la realizzazione  dell’area artigianale non può più attendere”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.