Vittorio Di Salvo (PD): “Lotta all’evasione: pagare tutti per pagare meno”

0
acqua park

Vittorio Di Salvo, candidato alle primarie del PD per la carica a sindaco di Monreale, affronta un tema molto caldo, quello dell’evasione fiscale, una spina al fianco di molti comuni italiani, e tra questi Monreale.

“Lotta all’evasione fiscale con l’obiettivo di ridurre tasse e tributi, in base alla considerazione che, se si paga tutti, si paga meno e soprattutto si garantisce l’equità contributiva”. Questo lo slogan di Di Salvo.

Il candidato del PD auspica che l’Amministrazione Comunale aderisca al protocollo d’intesa sottoscritto recentemente tra Agenzia delle Entrate (Direzione Regionale della Sicilia), Regione Siciliana ed Anci Sicilia, con il quale le parti si sono impegnate a collaborare in funzione del contrasto all’evasione fiscale attraverso la definizione delle modalità, degli strumenti e delle soluzioni atti a favorire la concreta partecipazione dei comuni all’attività di recupero dell’evasione dei tributi erariali.

“Il Comune – prosegue Di Salvo – deve rafforzare la sua azione di contrasto all’evasione fiscale. Chi evade i tributi locali danneggia la comunità, sottrae risorse, ma soprattutto diritti alle persone, alle famiglie ed alle imprese.

La lotta all’evasione fiscale, dunque è innanzitutto una questione di equità sociale finalizzata al recupero di risorse impiegate per soddisfare bisogni collettivi e fornire servizi.

Oggi, nell’ambito di una politica nazionale e regionale sempre più orientata alla contrazione dei trasferimenti statali e regionali e al contenimento delle spesa pubblica, assume importanza primaria l’implementazione di nuove attività e l’utilizzo di nuovi strumenti orientati a reperire risorse che possano alimentare le entrate dell’ente.

Equità e rigore sono punti qualificanti di una strategia più generale di promozione del benessere, della qualità urbana e sociale. Promuovere il civismo deve essere un obiettivo al centro dell’azione amministrativa. E pagare per far funzionare meglio le cose è una forma di civismo, ed è anche un modo per prendersi cura del futuro delle nuove generazioni.

L’azione di lotta all’evasione fiscale si deve inserire in un disegno più complessivo delle politiche finanziarie del Comune, tra cui quelle di spending review, intese non come meri tagli per far quadrare i conti, ma come qualcosa di più ambizioso: una razionalizzazione, selezione e qualificazione della spesa. Un obiettivo che risponde ad un disegno politico di costruzione di un nuovo ciclo della vita della città, per quel che riguarda la città che dobbiamo costruire o meglio ricostruire per le future generazioni”.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.