Caputo Mario (PDL) chiede le dimissioni dell’assessore alla pubblica istruzione per le disfunzioni createsi dinanzi le scuole

0
Immobiliare Max

“È evidente che l’amministrazione comunale non ha alcuna programmazione in merito alla scuola. Anche quest’anno puntualmente si sono presentati problemi che speravamo fossero stati superati e risolti nel periodo estivo. Invece anche quest’anno nessun vigile urbano è stato notato davanti le scuole per garantire la sicurezza dei nostri figli e in particolare al “Pietro Novelli” alcune aule sono state rinvenute chiuse per le opere di tinteggiatura”.

Mario Caputo punta il dito contro l’amministrazione comunale, ed in particolar modo contro l’assessore alla pubblica istruzione Lia Giangreco rei, secondo il consigliere comunale del PDL, di essere disattenti verso le problematiche della scuola.

Caputo ha presentato un’interrogazione urgente in consiglio comunale e ha invitato l’assessore alla pubblica istruzione a rassegnare le dimissioni per “il manifestato disinteresse verso i problemi della scuola”.

“Mi rendo conto che l’inizio dell’anno scolastico – aggiunge sarcastico Caputo – come le inondazioni e i terremoti è un fatto imprevisto e imprevedibile e quindi è probabile che l’amministrazione comunale non sia stata messa in condizione di avviare un’adeguata programmazione. Ho visto questa mattina genitori in grave difficoltà che lasciavano le macchine in mezzo la strada per accompagnare i figli a scuola determinando un ingorgo che di fatto ha bloccato la circolazione, in special modo ad Aquino e davanti la Pietro Novelli e la Antonio Veneziano”.

Quindi una proposta: “Proporrò ai genitori di creare un comitato per affrontare e risolvere i temi della scuola e se del caso iniziando domani mattina a presidiare le scuole in sostituzione dei vigili urbani, proprio per evitare quanto accaduto oggi”.

 

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.