Margherita Hack: “Siamo fatti di stelle”

0
Immobiliare Max

Margherita Hack, morta il 29 giugno di quest’anno, in un dialogo appassionato e sincero con Marco Morelli, passa in rassegna novantuno anni eccezionali, da Galileo alla religione, dalla politica ai giovani di oggi, dalle favole di quand’era bambina all’incontro con il marito Aldo De Rosa, dalla Firenze degli anni Venti alla casuale scoperta delle stelle e ci regala il ritratto ironico e anticonformista di una donna “laica e ribelle”.

Morelli è stato ideatore del Museo di ScienzePlanetarie di Prato del quale è attualmente direttore. Autore dinumerose pubblicazioni scientifiche, ha effettuato spedizioni inaree remote del pianeta. Oltre a proseguire la sua attività di ricerca,tiene seminari di geologia planetaria all’interno di corsi di laureauniversitari e conduce un’intensa attività scientifico-divulgativa.

L’autore chiarisce qui il legame esistente tra la presentazione del libro e l’istituzione del parco astronomico.

“Il Parco nasce su iniziativa del Sindaco di Isnello che è riuscito a ottenere i finanziamenti che verranno erogati al piccolo Comune madonita dove, già da alcuni anni, viene annualmente organizzato il Gal Hassin, un appuntamento che ha visto fino ad oggi la partecipazione di scienziati esperti nel settore astronomico, planetologico e geologico”.

In quell’ambito è stato conferito l’omonimo premio (per meriti nel campo della ricerca scientifica, della didattica e della divulgazione) anche a Margherita Hack che ha apprezzato e sostenuto fortemente il progetto del parco astronomico.

 “Bisogna dare un contributo per cambiare le cose. Bisogna dare speranza…”, affermava Margherita.

“Il suo era un chiaro riferimento alla corruzione e alla mafia di cui avevamo avuto modo di parlare più volte e alla quale abbiamo fatto cenno anche nel libro che presenterò” continua Morello. “Era combattiva la Hack, ma con i piedi per terra. Sapeva bene di poter fare certe affermazioni perché non aveva niente da perdere, ma era cosciente che è tutta un’altra cosa vivere certe situazioni sulla propria pelle. Il legame di Margherita con la Sicilia poi, passava anche per i diritti delle donne.

Perché c’era un’altra questione che le stava a cuore: il ruolo delle donne nella società, il rispetto per loro e i loro diritti.

Ne abbiamo discusso tante volte e un giorno in cui ho rammentato le leggi sulle pari opportunità, mi ha invitato ad aver paura e a farmi promotore delle quote azzurre “di cui presto avrete bisogno voi maschi!”.

La sua soddisfazione più grande era per i cambiamenti che ci sono stati negli ultimi decenni e per gli spazi che le donne hanno conquistato.

Riflettevo su queste nostre chiacchiere quando, dopo poco che Margherita era morta (non scomparsa o deceduta, ripeteva lei stessa! Morta!) sono arrivato a Isnello, trovandomi davanti alla “Madre Madonita”, scultura in bronzo collocata lungo la via principale del paese.

La Madre Madonita tiene in braccio il figlio e accostandola al ricordo di Margherita mi è venuta in mente l’opera di Gustave Klimt “Le tre età”. Lei, la vecchia scienziata, aveva scelto di non avere figli ma considerava un po’ tutte le donne madri del mondo. Per questo motivo, diceva, non abbiamo alcun motivo per sentirci inferiori agli uomini o “per farci trattar male”.  

La Sicilia e Isnello, con il suo futuro Parco Astronomico, conclude l’autore, hanno quindi un forte legame con Margherita che con questo libro, spero, potrà tornare in una terra che l’aveva sempre ospitata con grande affetto”.

Di seguito, il programma degli incontri con l’autore:

Palermo giovedì 12 ore 18,00

libreria Kursaal Kalesa, Via Foro Umberto I, 21

Isnello venerdì 13 ore 18,00 – aula consiliare

Il mondo prima di Isnello

Conferenza di Marco Morelli

Modica sabato 14 ore 19,00 – cava pietra franco

“Gli oroscopi e l’influenza degli astri: una pura

superstizione?”

Conferenza di Salvo Puchino

Castelbuono lunedì 16 ore 18,00 – Museo F. Minà Palumbo

“fantageologia” dei pianeti del sistema solare

Conferenza di Marco Morelli

Petralia Sottana martedì 17 ore 18,00 – aula consiliare

Sicilia, terra di vulcani e terremoti

Conferenza di Marco Morelli

Cefalù mercoledì 18 ore 21,00 – Castello di Bordonaro

osservare il cielo con telescopi

a cura dell’Associazione Astrofili “G. Piazzi” di Isnello

Ne parleranno con l’autore:

Ignazio Apolloni

Giuseppe Mogavero

Salvatore Grisanti

Salvo Puchino

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.