9 Agosto 2013, gli attivisti NO MUOS occupano pacificamente la base militare statunitense

0
acqua park

 

Ricordiamo che all’interno della sughereta di Niscemi sono già state costruite dagli statunitensi 47 antenne e che sta per essere completata la costruzione di  altri 3 mega radar.

Il popolo dei NO MUOS, dopo la “revoca della revoca” di Crocetta, torna a manifestare con forza per lo smantellamento dell’area militare che ha già causato tanti danni alla salute della popolazione di Niscemi e delle zone limitrofe. La battaglia vede coinvolte, tra gli altri, sia le 700 “mamme NO MUOS”, che protestano per difendere la salute dei propri figli, che molti sindaci e amministrazioni di paesi vicini e non. Non erano presenti né il sindaco di Palermo, nonostante avesse annunciato, qualche giorno fa, la sua adesione alla manifestazione, né quello di Monreale.

Il governatore della Sicilia, Crocetta, aveva ritirato l’esposto sul Muos dopo che l’Istituto Superiore della Sanità aveva stabilito la non pericolosità dell’impianto per la salute, suscitando l’indignazione dei cittadini che avevano creduto in lui. Il governatore intanto interviene affermando che la Regione ha le mani legate e di non essere stato lui a dare l’autorizzazione alla costruzione del MUOS, ma il governo nazionale di centrodestra e la giunta regionale guidata da Raffaele Lombardo. Crocetta lascia intendere anche che ci siano infiltrazioni mafiose, ma questo, il popolo NO MUOS, lo sapeva già, e possiamo immaginare anche da quale parte stia la mafia! 

In questi ultimi giorni, dunque, alcuni attivisti – tra questi Turi Vaccaro – avevano deciso di occupare la base, arrampicandosi sulle antenne più alte, eludendo i controlli. Sembra che la manifestazione pacifica di ieri avesse, tra l’altro, lo scopo di portarli fuori dalla base evitando più dure punizioni, con la mediazione di “legal osservatorio diritti”. 

Adesso, gli attivisti hanno occupato il municipio di Niscemi e si teme una ulteriore militarizzazione della zona.

Montaggio video a cura di Daniele Russo

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.