NO-MUOS: Venerdì 9 agosto manifestazione nazionale a Niscemi

0
tusa big


Sarà una giornata “calda” sotto tutti i punti di vista quella del 9 agosto a Niscemi: il popolo del NO-MUOS, infatti, si mobiliterà per una manifestazione di protesta contro il sistema di telecomunicazioni satellitare della marina militare statunitense (cos’è il MUOS?) in costruzione nel paesino siciliano in Provincia di Caltanissetta. 
La rabbia dei militanti pacifisti è scoppiata in seguito all’ennesimo tradimento delle istituzioni nei confronti dei cittadini. 

Nel marzo scorso, dopo aver incontrato alcuni diplomatici americani, il presidente della Regione Rosario Crocetta aveva infatti revocato l’autorizzazione ai lavori nel cantiere nisseno. Questa decisione aveva spinto il ministero della Difesa a ricorrere immediatamente al TAR siciliano per far sospendere la revoca e far ripartire ufficialmente i lavori (che in realtà, però, non si erano mai fermati). 
Il Tribunale Amministrativo Regionale, nel luglio scorso, aveva dato ragione a Crocetta e ai tanti militanti NO-MUOS, rigettando il ricorso. In seguito a ciò, il ministero aveva fatto quindi ricorso al secondo grado di giudizio della giustizia amministrativa siciliana, il Consiglio di Giustizia Amministrativa.
Pochi giorni fa, però, il Presidente Crocetta ha stupito tutti revocando la revoca dell’autorizzazione senza aspettare la decisione del CGA e, quindi, smentendo tutto ciò che aveva fatto in precedenza: la causa sembra essere un presunto (anzi, inesistente) risarcimento di 18 miliardi di dollari da parte degli USA in caso di mancato completamento dell’opera. 
Una decisione che ha fatto arrabbiare non solo i componenti dei comitati e delle associazioni che lottano contro le antenne, ma anche esponenti politici come il M5S e Fabrizio Ferrandelli (che all’Ars ha presentato un ddl NO-MUOS), e numerosi Comuni siciliani che hanno visto i propri Palazzi di città invasi dai pacifisti. 

Per questo motivo, Venerdi 9 agosto è stata organizzata una mobilitazione generale a Niscemi, proprio nei pressi della base militare. 
Numerosi pullman partiranno anche da Palermo: il concentramento è previsto in via Ernesto Basile (vicino la stazione metropolitana Palazzo Reale-Orleans) alle ore 11.00. 
Per partecipare basterà acquistare un biglietto del pullman (al costo quasi irrisorio di 12 euro) contattando gli attivisti del comitato NO-MUOS di Palermo o, per chi abita a Monreale, i ragazzi del Collettivo ARCI Link che, insieme ad alcuni membri del Comitato Pioppo Comune, di FiloDiretto e ad altri cittadini monrealesi, saranno presenti attivamente per lottare contro l’invasione statunitense. 

Considerando che anche il Comune di Palermo si è dichiarato al fianco dei NO-MUOS, sarebbe interessante sapere cosa ne pensa il Comune di Monreale. Pertanto noi di FiloDiretto chiediamo al sindaco, alla giunta e ai due deputati regionali monrealesi di prendere posizione sull’argomento, invitandoli anche a partecipare alla manifestazione. Riceveremo risposte?

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.