Comune manifesta con i tassisti. Gli operatori monrealesi hanno lanciato l’ultimatum

0
acqua park

Esplode la guerra del servizio taxi a Monreale con imprevedibili esiti. Gli operatori monrealesi hanno deciso di incrociare le braccia e manifestare ad oltranza davanti alla sede del Comune. Pretendono che venga applicata la nuova normativa sulla liberalizzazione, in base alla quale possono operare entro l’area metropolitana. I tassisti chiedevano in particolare la sigla di un protocollo d’intesa tra i comuni di Monreale, Palermo e Cinisi per poter lasciare e prelevare i loro clienti all’aeroporto, permettendo al contempo ai tassisti palermitani di sostare e operare a Monreale. La richiesta ha trovato la disponibilità del sindaco di Monreale Filippo Di Matteo, pronto a firmare, ma fino ad oggi non è arrivato l’ok da parte dei colleghi di Palermo e Cinisi.

Intanto, l’amministrazione Di Matteo ha deciso di schierarsi ancora una volta a fianco dei tassisti in questa dura lotta per poter svolgere la propria attività professionale. Il primo cittadino ha quindi deciso di rivolgersi al nuovo Prefetto di Palermo, Francesca Cannizzo, alla quale ha inviato una nota per informarla della protesta. Di Matteo ha voluto precisare che si tratta adesso anche di un problema di ordine pubblico e ha quindi chiesto al Prefetto un incontro per cercare di risolvere questa emergenza.

«Qualora questi problemi non venissero risolti nelle sedi istituzionali – ha dichiarato il sindaco Filippo Di Matteo- allora diviene preciso dovere per chi rappresenta il popolo farsi carico delle legittime rivendicazioni di chi protesta, arrivando anche a scendere in piazza, per dimostrare piena solidarietà ai manifestanti e ai lavoratori ».

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.