Consiglio comunale: approvato il Rendiconto Finanziario 2012.

0
Immobiliare Max

Con 14 voti favorevoli su 19 è stato approvato oggi in consiglio comunale il Rendiconto Finanziario 2012.

Ricordiamo che già al consiglio comunale, nella seduta del 28 marzo, era stata sottoposta l’approvazione del Rendiconto Finanziario 2012. Allora i consiglieri l’avevano bocciato. Come ha spiegato oggi il segretario comunale Ettore Sunseri, i dati contabili non sono assolutamente cambiati, il Rendiconto approdato oggi in consiglio contiene gli stessi elementi del precedente. Il segretario ha voluto sottolineare le conseguenze che la bocciatura avrebbe sull’iter, già avviato, del Piano di Riequilibrio Pluriennale, che è ancora in fase di istruttoria alla Commissione Stabilità degli Enti Locali del  Ministero dell’Interno. Sunseri ha inoltre rappresentato ai consiglieri che si avrebbe anche l’inevitabile scioglimento del consiglio comunale. Infatti, in caso di bocciatura del rendiconto, una recente modifica al TUEL prevede per il consiglio comunale una sanzione equiparata a quella prevista in caso di mancata approvazione del bilancio di previsione. Lo scioglimento, appunto.

Nel suo intervento rivolto ai consiglieri presenti in aula a sostegno dell’approvazione del Rendiconto, anche l’assessore al bilancio La Fiora ha spiegato come trattasi di un passaggio obbligato necessario ai fini del Piano di Riequilibrio Pluriennale, che ha permesso già al comune di godere di un’anticipazione del 25% del fondo di rotazione.

La Fiora ha voluto congratularsi con il consiglio comunale che ha riproposto l’approvazione del consuntivo. “Non voglio credere – ha dichiarato La Fiora – che sia stato riproposto per salvaguardare la permanenza in carica degli stessi consiglieri comunali. Penso che si tratti piuttosto di un riconoscimento al lavoro da noi svolto, alla luce dei risultati tangibili di questa amministrazione che gode delle risorse arrivate in seguito al Piano di Riequilibrio Pluriennale. L’anticipazione del fondo di rotazione e le anticipazioni del decreto Salva Imprese ci stanno permettendo di sanare parte dei debiti nei confronti dei fornitori.”

Dichiarazioni queste che sembrano avere convinto i consiglieri d’opposizione presenti in aula a permettere il mantenimento del numero legale.

Su 19 consiglieri presenti al momento del voto, il Consuntivo è stato approvato dai 14 della maggioranza mentre gli altri si sono astenuti.

Unica voce stonata quella del consigliere Massimiliano Lo Biondo che si è detto stupito del fatto che non venisse affrontata dai colleghi una discussione politica sul Consuntivo, ma che l’unica preoccupazione fosse invece l’interpretazione della norma e quindi del rischio di scioglimento del consiglio comunale. Il consigliere ha dichiarato che non avrebbe partecipato al voto in assenza di un dibattito.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.