Il 18 Giugno è convocato il Consiglio Comunale

0
acqua park

Giorno 18 Giugno alle ore 10:00 presso la Sala “Biagio Giordano” del Complesso Monumentale “Guglielmo II” si terrà la seduta ordinaria del Consiglio Comunale.

Tra i punti all’ordine del giorno troviamo l’approvazione del Rendiconto della Gestione 2012. Già giorno 22 Marzo il consiglio comunale era stato chiamato ad approvare il documento. L’esito che ebbe la votazione è noto. Una sonora bocciatura, intascata come importante risultato dalle forze d’opposizione, che ne sbandieravano l’importante significato politico, ed invece stigmatizzata dall’amministrazione come segno di grave irresponsabilità del consiglio comunale per le conseguenze nefaste che avrebbe comportato per l’Ente.

Adesso il documento viene riproposto dalla conferenza dei capigruppo e, a distanza di tre mesi, la sua approvazione è data per certa. Cosa è cambiato? Dal punto di vista contabile nulla. Il documento da sottoporre al vaglio dei consiglieri non è mutato. Ad essere cambiata, sembra, è la consapevolezza nei consiglieri comunali delle conseguenze della sua bocciatura. Un ulteriore rifiuto comporterebbe lo scioglimento del consiglio comunale e la nomina da parte dell’assessorato regionale agli Enti Locali di un commissario ad acta che ne subentrerebbe nel ruolo. In un articolo del 19 maggio abbiamo già spiegato come una modifica apportata dal decreto legge 174 (Salva Enti) al TUEL prevede questa ipotesi. Se fosse corretto o meno applicare alla Sicilia, regione a Statuto speciale, il comma incriminato, è stato oggetto di un’ampia e lunga discussione. Ma adesso sembra che le ombre si siano dipanate e anche per i consiglieri comunali c’è la convinzione che il rischio di dovere interrompere anticipatamente la propria attività consiliare sia diventato serio. Da qui, sembra, la decisione di ripresentare in consiglio e di arrivare all’approvazione del Consuntivo 2012.

Inoltre, la bocciatura di questo documento farebbe venire meno anche uno dei pilastri della procedura di adesione al decreto Salva Enti. Il piano di salvataggio dell’Ente, infatti, prevede un congruo finanziamento sulla base di uscite certificate dal consiglio comunale. Il mancato riconoscimento delle spese incluse nel Consuntivo 2012 metterebbe seriamente a rischio l’integrità dell’intero piano di riequilibrio pluriennale.

Gli altri punti all’ODG sono:

La “Verifica di quantità, qualità delle aree e prezzo di cessione – anno 2013”.

La Determinazione sull’adeguamento degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria dell’anno 2013.

La modifica al regolamento per la disciplina dell’Imposta Municipale Propria (IMU ).

All’ultimo punto troviamo l’Adozione di Variante al Piano Regolatore Generale. Si procederà all’apposizione del vincolo di Inedificabilità Assoluta in una porzione di territorio ricadente nel territorio del comune di Monreale denominata Loghivecchi-Timpone di Scirocco e Contrada Castagna-Punta Pileri Caputello. Queste aree, ed in particolare quella di Loghivecchi e Timpone di Scirocco, sono state interessate da pericolosi fenomeni di frane di crollo. Il consiglio comunale prenderà atto inoltre della proposta di aggiornamento del Piano Stralcio di Bacino per l’Assetto Idrogeologico (P.A.I.) in relazione allo Studio geologico a supporto della Variante Generale al Piano Regolatore Generale.

Filodiretto Monreale anche questa volta riprenderà l’intera seduta del Consiglio Comunale.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.