9 giugno 2013: Una domenica nel segno dell’ambiente

0
acqua park

Sono passati due giorni dalla Giornata Mondiale dell’Ambiente a Monreale e i ragazzi di Link, Officine Ricerca e Comitato Pioppo Comune si reputano molto soddisfatti della manifestazione da loro organizzata.
Dopo mesi di duro lavoro l’obiettivo sembra essere stato raggiunto: la città ha risposto abbastanza bene al richiamo delle associazioni, riempiendo la piazza soprattutto nella tarda mattinata e nel tardo pomeriggio. Durante la mattinata la piazza ha visto all’opera i venditori di prodotti biologici, ma anche numerose altre associazioni che si sono impegnate nella sensibilizzazione dei monrealesi: Green Peace e Legambiente con le loro battaglie contro i rifiuti, AddioPizzo con l’invito al consumo critico e alla denuncia delle pratiche mafiose diffuse nel nostro territorio, l’UNA (Uomo Natura Ambiente) con la lotta al randagismo, ma anche Spazio trentasei Archiarte e gli Scout San Benedetto di Monreale che hanno riempito la piazza di “coccinelle”. Un gran lavoro ha fatto anche l’ATO, che ha spiegato ai cittadini l’importanza della raccolta differenziata, mostrando l’”altra faccia della medaglia”.
Nel pomeriggio, invece, i riflettori si sono spostati sul WWF e sul fiume Oreto, con il reportage “il corso delle cose”, realizzato da Summacco TV. Un argomento che sembra aver interessato molto i cittadini, che non si sono fatti demotivare neanche da qualche piccolo problema legato all’audio delle casse. 
E infine i “Babbaluci”, un gruppo folkloristico che, fino al tramonto, ha dato il via a musica e danze tipiche siciliane.

Un’organizzazione quasi perfetta che ha messo a tacere anche chi, nei giorni precedenti alla manifestazione, ha provato a screditare i ragazzi delle associazioni con attacchi ingiustificati sull’evento di facebook: “VERGOGNOSO ORGANIZZARE UN EVENTO SIMILE IN UN POSTO DOVE LA SPAZZATURA RICOPRE LE STRADE E DOVE GLI ANIMALI SONO CONSIDERATI MENO DI NIENTE”, oppure “Metto parteciperò, in realta’vi scrivo che dovete vergognarvi, istituzioni incivili e rispetto 0 x gli animali…!!!”, oltre a numerosi insulti anche per i rappresentanti del WWF che da anni si battono per queste tematiche. Queste persone si sono presentate alla manifestazione e, dopo essersi informate meglio sul significato della stessa, hanno capito che la loro sarebbe stata solo una voce stonata fuori dal coro di chi a Monreale ha sempre fatto seguire il lavoro alle lamentele sul web.

Numerosi anche i politici che sono stati incuriositi dall’iniziativa e che sono rimasti increduli quando hanno saputo quanti soldi sono stati utilizzati: solo un centinaio di euro.
Anche a loro i ragazzi hanno dimostrato che per fare qualcosa in questo paese non servono ingenti risorse economiche, ma solo forza di volontà.

Galleria Fotografica (foto di Comitato Pioppo Comune)

{gallery}giornataambiente:::0:0{/gallery}

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.