Scuola media Guglielmo II, 2 anni di purgatorio?

0
acqua park

Il problema delle infiltrazioni di acqua nelle classi è certamente un problema risolvibile ma la preside della scuola, a cui abbiamo fatto alcune domande, non conferma e nemmeno smentisce che forse il trasferimento delle 6 classi coinvolte non abbia qualche altra motivazione di carattere economico. 
“Non posso esprimermi, perché non ci voglio credere che al comune di Monreale, indebitato com’è, ci sia una mente diabolica che pensi di buttare via dei soldi – ci dice la preside Sinagra – a noi ci ha spinto la preoccupazione per l’incolumità dei ragazzi”. La decisione di sgomberare le sei classi è stata presa in seguito alla caduta di calcinacci da una stanza che ha evidenziato delle infiltrazioni di acqua nella struttura; il locale coinvolto tuttavia è un piccolo magazzino attiguo alle classi tra l’altro inutilizzato.
Questa situazione crea grossi disagi a studenti e ai professori nel trasferimento da un plesso all’altro durante le ore curriculari; per questo si è costituito un comitato di genitori allo scopo di controllare le mosse della scuola e l’operato dell’amministrazione.
“Continuiamo a sperare che sia una situazione momentanea” dice speranzosa la preside Sinagra. Queste parole piene di auspici però sono state subito vanificate da quelle dell’assessore alla Pubblica Istruzione Lia Giangreco.
“Si è parlato di due anni – spiega l’assessore – per la definizione della nuova scuola perché l’alternativa allo spostamento delle classi è la costruzione della nuova scuola. I fondi ci sono, il progetto è cantierabile, le relazioni idrogeologiche sono state fatte.” 
Non si prospetta un futuro roseo quindi per la scuola media Guglielmo, almeno a breve termine. “Noi abbiamo chiesto all’Opera Pia di ripristinare le aule – continua la Giangreco – ma non crediamo che ciò verrà fatto perché tra l’altro il comune è moroso; speriamo comunque di ridurre il costo di affitto dei locali del Sacro Cuore”.
La scuola media Guglielmo II quindi per adesso, stando alle parole dell’assessore Giangreco, dovrà scontare una pena di due anni in purgatorio in attesa del paradiso: la nuova scuola in contrada Cirba che dopo 20 anni, forse, sorgerà.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.