Progetto MonreAL: “Io non rifiuto, differenzio”. Consulta Giovanile e ATO-PA2 ci riprovano

0
Immobiliare Max

 

Ai primi di gennaio una ordinanza sindacale dettava gli obblighi, soprattutto per gli esercenti, di praticare la raccolta differenziata. Poi, a breve, sarebbe dovuto nascere il progetto di raccolta differenziata “MonreAL”. Era stato presentato quindi alla conferenza stampa del 10 gennaio, dal sindaco Di Matteo e dai vertici dell’ATO. Non aveva avuto però un seguito. Domani mattina verrà ripresentato in aula consiliare alle 10,30.

MonreAL, proposto dalla Consulta Giovanile all’Amministrazione monrealese, si svolgerà in stretta collaborazione con la società ATO. Si tratta di un programma rivolto alle scuole, che diverranno le principali protagoniste della raccolta differenziata, che da settembre diverrà per loro obbligatoria. Carta e cartone, vetro, plastica, alluminio, umido sono i rifiuti che verranno raccolti separatamente. In questi giorni l’ATO sta provvedendo a rifornire le scuole dei contenitori.

La Consulta dichiara di avere invitato tutte le scuole ad aderire al progetto, di contro non tutte le scuole, ci fanno sapere, hanno ancora ricevuto l’invito. Lo scopo dell’iniziativa è di sensibilizzare bambini e ragazzi ad avere un ruolo attivo nel mantenere l’ambiente che li circonda bello e pulito, e promuovere, tra i cittadini, una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente.

“Bisogna accrescere la consapevolezza che alcune piccole abitudini possono risolvere il problema rifiuti in modo semplice e graduale, trasformando il proprio territorio in un esempio virtuoso” dichiarano gli organizzatori.

MonreAl è strutturato in tre parti:

   • Gara di Riciclaggio;

   • Concorso artistico;

   • Campagna di sensibilizzazione.

La gara di riciclaggio, obbligatoria per tutte le scuole, consiste nel racimolare, in un tempo limite da stabilire, la maggiore quantità di materiale da destinare al riciclo. L’ATO affiderà ad ogni scuola appositi contenitori per la differenziata che periodicamente saranno svuotati, anche dietro sollecito. Ogni scuola avrà una sua “scheda punti” dove sarà annotata la quantità di materiale “giustamente differenziato” (le quantità saranno espresse in numero di contenitori riempiti). La scuola vincitrice sarà premiata. Il concorso e la gara di sensibilizzazione sono rivolti alle scuole aderenti al progetto. I partecipanti hanno la piena autonomia dal punto di vista creativo. L’obiettivo consiste nell’esaltare come sia possibile ottenere qualcosa di gratificante e gradevole senza sprechi eccessivi, e recuperare materiale che si pensava destinato al macero.

Partendo dalla domanda “Come convincereste gli altri a mantenere più pulito l’ambiente e a differenziare?”, gli alunni possono realizzare presentazioni, ricerche, poesie e quant’altro riterranno utile a far riflettere sull’argomento.

Gli alunni di scuola elementare e media inferiore potranno preparare una prova scritta sulle seguenti tematiche:  

           Tematica

Tipo di elaborato richiesto

Troppi rifiuti

 

Racconto di vario genere (fantastico, giallo, umoristico, ecc…);

Articolo di giornale:

Cartellonistica;

Lettera;

Testo poetico, filastrocche e simili.

Produzione

eco-compatibile

Consumi attenti e responsabili

Vita più lunga dei prodotti

Meno rifiuti gettati via

 

Gli alunni delle medie superiori potranno realizzare, oltre le composizioni di cui sopra, opere e/o sculture con materiale di riciclo.

Una sotto sezione del progetto prevede un’attività di divulgazione informativa sulle tematiche del riciclo, svolta proprio dai ragazzi. I bambini di 4ª e 5ª elementare e i ragazzi delle scuole medie saranno adeguatamente istruiti e preparati, al fine di informare i più grandi sulla tematica in questione: tutto questo durante delle assemblee di classe o d’istituto. Sarà svolta, sempre dai bambini (guidati dai ragazzi della Consulta), un’attività di porta a porta per le vie del Paese.

Si organizzerà una giornata-evento conclusiva, in cui sarà premiata la scuola vincitrice, saranno lette le realizzazioni narrative ed esposti gli elaborati artistici.

A settembre 2013 il progetto partirà ufficialmente.

 

 

 

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.