Monreale, controllo del territorio dei Carabinieri: 2 arresti

0
Immobiliare Max

 

I carabinieri di Altofonte nella serata di venerdì scorso hanno tratto in arresto Giudea Fabio classe 1986, perché, a seguito di un servizio mirato ad infrenare il deleterio fenomeno della spaccio di sostanze stupefacenti, è stato trovato in possesso di una pistola giocattolo modificata e di 10 grammi di sostanza stupefacente tipo hashish.

L’arresto è avvenuto in seguito alla segnalazione di alcuni cittadini che avevano segnalato un “via vai” sospetto di giovani, anche in ore notturne, vicino al domicilio di Giudea, ed infatti proprio due ragazzi, venerdì sera, venivano fermati appena fuori l’abitazione dell’arrestato e trovati in possesso di piccole dosi di sostanza stupefacente e, portati in caserma, confermavano di averla acquistata proprio dal giovane pusher.

Eseguita la perquisizione domiciliare i militari oltra a 10 grammi di hashish nascosti in una intercapedine del muro di cinta dell’abitazione rinvenivano, con non poca sorpresa, celata tra la legna per il camino, una pistola a tamburo giocattolo modificata per poter incamerare munizioni calibro 9.

Giudea è stato tradotto presso la casa circondariale “Ucciardone” dove, in udienza davanti al GIP, si è visto convalidare l’arresto e applicare la misura cautelare della detenzione in carcere in attesa di giudizio.

Sabato scorso, invece, i militari di Piana degli Albanesi hanno tratto in arresto B.m. classe 1958 titolare dell’Agriturismo – Centro Benessere “Ristorante Himara Catering s.r.l.”, poiché a seguito di controlli eseguiti con ausilio personale della società E.N.E.L. si accertava che lo stesso aveva manomesso il contatore della struttura ricettiva affinché registrasse consumi inferiori dell’80% rispetto a quelli effettivi. B.M., davanti al GIP, si è visto convalidare l’arresto ed è stato rimesso in libertà in attesa di giudizio.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.