MORTILLARO a FiloDiretto: ‘La riforma delle province non andava fatta!’

0
acqua park


Ieri abbiamo intervistato il consigliere provinciale Giuseppe Mortillaro e gli abbiamo chiesto di spiegarci in cosa consisterà la riforma delle province approvata dal governo regionale. 
Il consigliere si è espresso molto duramente contro la decisione presa da Crocetta, in quanto reputa tutto ciò solo come un modo per accentrare ancora di più il potere nelle mani dei comuni e della Regione. 

Dopo aver spiegato quali sono le competenze della provincia, Mortillaro ha anche fatto una proposta, cioè “mantenere le province regionali, diminuendo i costi della politica (i consiglieri provinciali guadagnano 1300 euro al mese) e accorpandone alcune inutili, oltre a fare decollare le aree metropolitane”. 

Ma la nostra curiosità si è poi spostata sul suo operato da consigliere provinciale e sulle sue idee per far risorgere la nostra città: “da sindaco di Monreale creerei una location dove trasformare i rifiuti e trasformerei Monreale in un paese-albergo, perchè le risorse non devono arrivare dalle tasche dei cittadini ma dallo sfruttamento del territorio”
Non sono mancati quindi gli attacchi all’attuale amministrazione, considerata “fallimentare e non in grado di portare avanti nessuna nuova opera per Monreale”. 

Su i suoi progetti politici futuri, invece, Mortillaro ha fatto capire che in questo momento non ci sono le basi per una sua possibile candidatura a sindaco, anche se rimane ancora vivo il suo progetto politico di “Frazioni e Centro”. 
Ci confessa anche di aver chiesto di entrare a far parte del Movimento 5 Stelle, ma di essere stato rifiutato a causa dei suoi precedenti incarichi istituzionali. 

Infine, abbiamo sottoposto il consigliere al “gioco della torre”, chiedendogli chi butterebbe giù da una torre tra Di Matteo, Toti Gullo e Caputo.
La risposta è stata abbastanza chiara: “Di Matteo non ha fatto il sindaco, ma il commissario; e tra Caputo e Gullo butto giù entrambi”.

Dopo questa intervista, il Sindaco ha chiesto la replica per rispondere alle “falsità oggettive” dette dal consigliere. Per questo motivo, FiloDiretto si mostra disponibile ad un eventuale confronto tra i due esponenti politici.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.