Violenza sessuale su un minore a Monreale, interviene Caputo

0
Immobiliare Max

In seguito alla notizia di un arresto di un uomo monrealese accusato di un presunto episodio di sfruttamento della prostituzione nei riguardi di un giovane minorenne a Monreale, Salvino Caputo, parlamentare regionale del Pdl, interviene sulla questione.
“Lo squallido episodio che ha visto coinvolto un minore in vicende di violenza sessuale e sfruttamento minorile, rappresenta l’ennesimo segnale di una situazione di allarme sociale nei confronti di minori che deve imporre l’adozione di provvedimenti straordinari per evitare una deriva sociale . Anche perchè questa tragica vicenda arriva all’indomani della vasta operazione portata avanti dai Carabinieri di Monreale che ha portato alla luce un vasto giro di consumo di sostanze stupefacenti (eroina e hascish) da parte di minori, anche davanti le scuole cittadine. Per non parlare del tasso preoccupante di dispersione scolastica e di lavoro nero minorile“.
Caputo dunque lancia l’allarme presentando un’interrogazione parlamentare e chiedendo all’Assessore regionale alla Famiglia Patrizia Valenti, di istituire un Osservatorio sul disagio minorile in Sicilia al fine di monitorare episodi di degrado socio economico delle famiglie e dei minori e per prevedere sostegni economici ai Comuni per investire nel settore delle politiche giovanili .
“Mai come adesso nella città di Monreale – conclude la nota di Salvino Caputo – si è registrata una serie di episodi di forte allarme sociale che denotano un coinvolgimento di minori in episodi di violenza e sfruttamento oltre che di esposizione al consumo di droghe pesanti. Anche perchè è noto che il degrado sociale e familiare espone i minori al rischio di reclutamento da parte di Cosa nostra e della Criminalità organizzata sempre in cerca di manovalanza e di affiliati . Ecco perchè servono politiche di inserimento al lavoro, di formazione professionale e di sostegno diretto ai nuclei familiari più deboli dal punto di vista della tenuta sociale e economica“

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.