Conferenza stampa per i festeggiamenti del SS. Crocifisso (IL VIDEO)

0
tusa big

Stamattina, alla sala Rossa del palazzo di Città, ha avuto luogo la conferenza stampa indetta dall’amministrazione comunale per illustrare il programma dei festeggiamenti del SS. Crocifisso. Presenti i vari attori coinvolti all’organizzazione dell’evento religioso. Assieme al padrone di casa, il sindaco Di Matteo, erano presenti il Rettore del santuario cittadino del SS Crocifisso alla Collegiata, Padre Giuseppe Salamone, Andrea Salerno, vicepresidente della confraternita del SS. Crocifisso, gli assessori Salamone e Giangrande, il Direttore artistico delle manfestazioni comunali Antonio Maestri, Mammina Salvatore, componente del comitato dei festeggiamenti del ss Crocifisso e Domenica Patellaro, Presidente della Consulta giovanile.

Il sindaco Di Matteo ha subito premesso che il comune di Monreale, avendo aderito al piano di riequilibrio pluriennale, può impegnare solamente spese urgenti e indifferibili. Il primo cittadino ha però espresso, con una punta di orgoglio, che la manifestazione di quest’anno sarà più ricca e prolungata di quelle che l’hanno preceduta. Il merito va innanzitutto alle varie associazioni monrealesi che hanno partecipato attivamente e gratuitamente con varie iniziative.

“Siamo riusciti a fare decollare la festa – ha chiosato Di Matteo – nonostante gli auspici contrari di chi rema contro l’amministrazione. La festa del SS. Crocifisso riesce sempre a tenere uniti tutti i monrealesi”.

Circa 30.000 € la spesa prevista per mettere in moto la macchina organizzativa, una cifra interamente ottenuta da contributi volontari. Gli unici contributi pubblici proverranno dalla provincia di Palermo che finanzierà la performance di una banda musicale, e dall’assessorato regionale all’agricoltura per una degustazione di prodotti tipici.

Il direttore artistico e i vari artisti presteranno la loro opera a titolo gratuito.

Padre Giuseppe Salamone, Rettore del Santuario cittadino del SS Crocifisso alla Collegiata ha sottolineato gli aspetti religiosi della festa. La commemorazione del SS. Crocifisso avrà inizio con la “Calata dei veli”, il momento di preparazione alla festa, che rappresenta l’atto salvifico di Cristo, con la morte sulla croce e la Resurrezione. Il 24 Aprile avrà inizio la Novena, che quest’anno sarà celebrata dal monaco benedettino Don Ildebrando Scicolone.

Padre Salamone ha ricordato che la festa sarà accompagnata dall’accoglienza al nuovo arcivescovo Mons Michele Pennisi.

“Il 26, in accordo con la Confraternita del SS. Crocifisso, dopo il saluto alla città, il vescovo verrà accolto alla Collegiata accompagnato dall’inno “Corri o figlio” e dalla preghiera al SS. Crocifisso.

Mons. Pennisi parteciperà alla festa per tutto il periodo. La sera di giorno 1 assisterà ad un momento importante per la Confraternita, la vestizione dei nuovi confrati, il passaggio da probandi a novizi e da novizi ad adulti.

Il Rettore Salamone ha anche ricordato che venerdì 26, alle 21,30, presso la Collegiata avrà luogo la presentazione de “A festa ru me paisi”: un video messaggio che la Confraternita vuole dare alla città di Monreale sul significato della festa del SS. Crocifisso, tenendo conto dei segni dei tempi.

La mostra “A festa ru me paisi”, aperta e visitabile al Collegio di Maria dal 27 aprile al 3 maggio, proporrà fotografie di Massimo Palmigiano e un video della Confraternita sulla festa dell’anno precedente.

Antonio Maestri, il direttore artistico nominato dal comune, ha fatto presente le tante difficoltà incontrate nell’elaborare un programma ambizioso, non disponendo di grandi risorse economiche: “La risposta da parte della città è stata notevole e ha contribuito ad una perfetta riuscita della festa che sarà ricca di eventi”

Si comincerà domenica con l’esibizione di un gruppo folkloristico proveniente da Salemi, alla quale seguirà una degustazione di prodotti tipici della Sicilia offerta dall’assessorato regionale alle politiche agricole.

Tutte le serate, sino a giorno 2 maggio, saranno presentate da Christian Basso e Marvian Anania, voci note di Radio Network.

L’ass. Giangreco ha spiegato come, per la perfetta riuscita della manifestazione, sia stato determinante il supporto della consulta giovanile e della consulta dello sport, che hanno coinvolto le varie realtà associative e giovanili del territorio.

L’associazione TEMA presenterà “Aspettando nel segno di Guglielmo”: gli attori, in costume d’epoca, presenteranno nell’antivilla comunale momenti di vita medioevale, con offerta di cibi tradizionali. I commercianti sono stati invitati per l’occasione ad indossare i tradizionali vestiti.

Gli esercenti monrealesi sono stati anche coinvolti nel concorso “La vetrina della festa”: verranno premiate le vetrine che meglio sapranno valorizzare i nostri prodotti tipici.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.