Monreale: il giudice Conte parlerà agli studenti sulla legalità

0
Immobiliare Max

L’appuntamento è per domani mattina alle 11,30, presso l’Aula Consiliare del Comune di Monreale.

L’incontro è stato promosso dal Liceo Basile in sinergia con l’Associazione Antiracket “Liberi di Lavorare”, il Liceo Basile e l’Amministrazione Comunale, al quale vi prenderanno parte, fra gli altri, gli alunni del triennio del Liceo classico e scientifico di Monreale ed il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Palermo Mario Conte.

Grande appassionato di sport e giornalista sportivo mancato, Conte è diventato magistrato all’epoca degli attentati di Capaci e via d’Amelio. Ha celebrato diversi processi di mafia, tra cui Addiopizzo quater e Eos. È molto attivo sul fronte della sensibilizzazione degli studenti nei confronti della legalità.

L’obiettivo dell’incontro è quello di creare negli allievi una coscienza di legalità in relazione alle attività svolte negli anni scolastici precedenti.

Il giudice Conte è autore, con Flavio Tranquillo, giornalista sportivo milanese, di un libro intitolato “I dieci passi”. Il testo si propone di essere un piccolo breviario sulla legalità, dove, attraverso l’uso di dieci parole chiave (dialogo, mafia, legalità, giudice, processo, soldi, società, sport, informazione, dovere) si parlerà del processo Addiopizzo quater e degli aspetti più vicini alla vita quotidiana ed alla società civile su cui riflettere parlando di legalità.

Lo scopo è di porre le basi per un’antimafia che deve coinvolgere tutti nel nome della legalità, del senso del dovere e della responsabilità individuale, nella convinzione che coinvolgere tutti nella battaglia contro la mafia sia l’unica maniera di rendere una società più giusta e cosciente dei veri valori.

Il testo presenta una prefazione di Sergio Lari. Alla manifestazione parteciperà anche il Sindaco di Monreale Filippo Di Matteo, il Capitano Paolo Del Giacomo della Compagnia di Monreale, l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Monreale Lia Giangreco in qualità di presidente dell’Associazione Anti usura e anti racket “Liberi di lavorare”, il Dirigente Scolastico dell’Istituto Basile Carlo Monastra, i docenti e l’insegnante Sara Cacioppo coordinatrice delle attività d’istituto inerenti la legalità.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.