INAUGURAZIONE DELLA MOSTRA ”IL TABULARIO DELLA COLLEGIATA DI MONREALE (1572 – 1897)”

0
Immobiliare Max

Quarantanove pergamene rinvenute nell’archivio della storica chiesa, seconda per importanza solo alla cattedrale, sono state schedate e raccolte all’interno del volume omonimo all’esposizione. Si tratta di documenti ecclesiastici che ruotano, per lo più, attorno alla figura dello spagnolo Girolamo Venero, arcivescovo di Monreale dal 1620 al 1628 e fondatore del Santuario.

La cerimonia d’inaugurazione è stata preceduta dalla suggestiva esecuzione di alcuni brani da parte dell’arpista Romina Roberti, che ha contribuito a ricreare l’atmosfera del periodo storico cui le pergamene del catalogo appartengono. Il compito di introdurre e moderare gli interventi della mattinata è toccato al “padrone di casa”, Don Giuseppe Salamone, il Rettore del Santuario.

La parola è in seguito passata a Monsignor Salvatore Di Cristina, arcivescovo di Monreale, che ha simbolicamente ringraziato il suo illustre predecessore Venero, ricordando come a lui si debba, tra le altre cose, la Festa del Santissimo Crocifisso, ormai alle porte. A seguire l’appassionato intervento del Professor Sandro Musco, presidente dell’Officina di Studi Medievali e docente di Storia della Filosofia Medievale presso l’Università di Palermo, ha posto l’accento sulla negligenza della regione siciliana in materia di archivi (e non solo). «Il sottosviluppo è una pratica giornaliera» ha amaramente sottolineato lo studioso, in riferimento all’impudente abbandono da parte delle istituzioni del ricchissimo patrimonio storico ed identitario della nostra terra.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.