DANIELA MICELI (IDV): “CON INGROIA LOTTA ALL’ECONOMIA DELLE MAFIE”

0
acqua park

daniela miceli“IL NOSTRO SOSTEGNO NATURALE CONSEGUENZA DI PERCORSI POLITICI CONDIVISI”    

Abbiamo voluto chiedere alla dott.ssa Daniela Miceli, candidata alle ultime elezioni regionali con il partito IDV, una riflessione sulla neonata formazione politica, Rivoluzione Civile, creata da Antonio Ingroia, magistrato della procura di Palermo.

 

    Dott.ssa Miceli, cosa pensa della nuova formazione politica creatasi attorno alla figura di Antonio Ingroia?

    Nel momento storico che stiamo vivendo i partiti politici hanno dato prova della propria inadeguatezza a leggere la realtà e farsi portavoce di esigenze e bisogni della nazione. Per questo, dopo il movimento cinque stelle, compare sulla scena un altro soggetto politico, che cerca di aggregare e convogliare forze ed energie che nei partiti non si riconoscono.

    La lista include anche i partiti politici minori, consapevoli della crisi che stanno vivendo, disposti a rinunciare al proprio simbolo e a mettere le proprie identità culturali e valoriali al servizio di un progetto di più ampio respiro. Si tratta di una sfida, per dare voce alle istanze progressiste del paese  ed all’idea di uno stato, che sia in grado di regolamentare la convivenza civile della popolazione, messa recentemente a dura prova, senza diventare ostaggio di lobbies economiche e gruppi di potere.

    Il dott. Ingroia ha già evidenziato alcuni punti fondamentali del suo programma: riforma del conflitto di interessi, tassazione per i redditi più alti, sostegno all’economia legale e virtuosa e lotta all’economia compiacente con le mafie e la corruzione, in maniera tale da rallentare ed ostacolare il progressivo impoverimento del ceto medio, quello più colpito dagli ultimi provvedimenti governativi, ed impedire il dilagare di condizioni di povertà e disperazione.

    Dopo Di Pietro, un altro magistrato si pone a capo di un partito. Abbiamo proprio bisogno dei magistrati in politica?

    La scena politica è piena di medici ed avvocati, ma nessuno dice niente. Personalmente mi dispiace che quasi nessuno candidi disoccupati, precari ed operai, rappresenterebbero dentro le istituzioni interessi oggi disattesi, ma la comparsa sulla scena politica della figura del magistrato, che, per formazione, ha una propensione alla legalità, corrisponde ad un’esigenza del paese e ad una garanzia di rinnovamento strutturale.

    L’Italia dei Valori attraversa un periodo di forte disaffezione tra i cittadini. Secondo gli ultimi sondaggi rischierebbe, alle prossime politiche di Febbraio, di non superare la soglia di sbarramento delle due Camere. Rivoluzione Civile ha trovato, tra gli altri, l’appoggio pieno di Di Pietro e di Orlando. Sarà una lista per garantire una poltrona ai parlamentari uscenti dell’IDV?

    La contiguità ideale tra il partito IDV e la società civile è un fatto antico, la vicinanza del Dott. Ingroia ai valori del partito anche. Al Dott. Ingroia IDV aveva chiesto di candidarsi come presidente della Regione Sicilia alle recenti consultazioni della nostra regione, ma questo passaggio si era rivelato irrealizzabile ed incompatibile con i tempi tecnici che la magistratura prevede in materia di aspettativa preelettorale. Il sostegno del mio partito alla neonata lista Rivoluzione Civile è la naturale conseguenza di percorsi politici avviati da tempo.

    Anche Ingroia sembra approfittare del Porcellum e decide le candidature da inserire in lista. Non sarebbe stato più innovativo utilizzare lo strumento delle primarie per la scelta dei candidati?

    La gente si è svegliata ed approfittare del Porcellum non è  più una scelta che paga, come dimostra il rinnovato interesse nei confronti di un PD, disposto a confrontarsi con la propria base ed a recepire nuove istanze di partecipazione e protagonismo. Il nuovo movimento Rivoluzione Civile, appena creato, non avrebbe potuto affrontare il surplus di energia ed organizzazione che un compito, come quello delle primarie, richiede. Né le primarie on line rappresentano una soluzione.

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.