GLI ELABORATI DEL PROGETTO DA ANTIGONE AD IPAZIA AD OGGI: UNA SCUOLA DI PARI OPPORTUNITÀ

0
acqua park

 

Alcuni collaboratori di questo giornale hanno partecipato a questa iniziativa come facenti parte dell’Associazione Amunì: il presidente Irene Tusa e i soci Vincenzo Acquaviva, Gaetano Ferraro e Carmen Nicolosi. In sintesi riporteremo i temi centrali di questo progetto.

Gli elaborati presentati al concorso, venerdì 30 novembre, sono stati sei. In ordine alfabetico, per primo è stato esposto quello dell’associazione Amunì, elaborato a cui hanno lavorato i soci sopra menzionati. Questo lavoro consta di due parti: una relazione dal titolo “Pari e dispari: uomini e donne a riflesso” e un’intervista al Prof. Franco Nocera. La relazione parte da una frase di Eraclito “La divinità è giorno-notte, inverno-estate, guerra-pace, sazietà-fame. Ad esso muta come fuoco”. Per Eraclito l’armonia del mondo risiede nella conciliazione dei contrari ovvero nel mantenimento del conflitto. Gli opposti non possono esistere l’uno senza l’altro e la lotta fra loro è manifestazione di un’esistenza di dipendenza dall’altro. Maschile e femminile sono parti indissolubili dell’umanità che rappresentano la contraddizione. Vengono prese in esame la “Gioconda” di Leonardo da Vinci e l’“Abbraccio d’amore dell’universo” di Frida Kahlo. Su queste due opere viene sentito il Prof. Nocera, il quale ci parla, tra l’altro, dell’omosessualità di Leonardo e del voglia di vivere di Frida. Per dare giusta importanza al grande lavoro svolto e la disponibilità del professore Nocera, informiamo i lettori che potrà essere visionata l’intera intervista proprio su questo giornale.

Al terzo posto di questo concorso si sono piazzate due studentesse dell’ E. Basile, Rosalia Di Fulco e Silvia Vaglica le quali hanno letto e commentato la loro poesia dal titolo “Essenza femminile”.  Al secondo posto troviamo l’Associazione Benedetto Balsamo che ha presentato un elaborato multimediale dal titolo “Il cammino delle donne”. Si classifica al primo posto il lavoro degli allievi del Prof. Monastra che hanno presentato un dipinto dal titolo “Guardando al futuro”.

Vi parliamo velocemente anche degli altri elaborati presentati. L’Associazione Donnattiva ha partecipato al concorso presentando un ciondolo dalla particolare forma perché è la lettera D come donna, fatto in ceramica smaltata. Un altro progetto presentato da una studentessa del Basile si basa anch’esso su un elaborato multimediale sulla donna.

 

Ricevi tutte le news

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.